Milano, Roma, Napoli, Torino e Brescia. Sono queste le cinque province italiane con il maggior incremento giornaliero di casi Covid in numeri assoluti. È quanto emerge dal bollettino di oggi, giovedì 4 marzo, reso noto dal Ministero della Salute, mentre sale ancora il numero dei positivi a livello nazionale (+22.865 nelle ultime 24 su 339.635 test effettuati), con un tasso di positività salito al 6,7% (+0,9% rispetto a ieri). In alcuni casi sono sono già stati disposti provvedimenti ad hoc per arrestare la diffusione dell'infezione e la circolazione delle varianti del virus, in attesa dei dati del monitoraggio settimanale elaborati dalla Cabina di Regia che potrebbero portare a nuovi cambi di colore per le regioni.

Tornando alle province, è quella di Milano che oggi fa registrare un incremento di 1.200 unità tra le positività confermate. Seguono la provincia di Roma (+1.594), quella di Napoli (+1.194) e Torino (1.187). Tra le cinque province con il maggior incremento di contagi c'è anche Brescia, la seconda della Lombardia, che da stasera passa in zona arancione rafforzato: qui le nuove infezioni sono 1.114. Non va meglio a Bologna, dove nelle ultime 24 ore i nuovi casi sono stati 644, mentre l'altra provincia che in Emilia Romagna preoccupa è quella di Modena, dove ne sono stati 435: entrambe sono passate in zona rossa dopo l'aumento dei contagi, dovuto anche alla circolazione delle varianti, il che ha provocato anche una pressione sulle strutture ospedaliere. Si segnalano anche le situazione da tenere sotto controllo di Caserta (+387), Como (+403), Monza e Brianza (+475) e Ancona (+437), quest'ultima pure in zona rossa per via dell'elevata circolazione delle varianti. Leggermente in diminuzione rispetto ai giorni scorsi i casi nella provincia autonoma di Bolzano (+253), che resterà comunque in lockdown rigido fino al 14 marzo.