Delitto di Avetrana: l'omicidio di Sarah Scazzi
5 Maggio 2015
14:58

Processo bis Sarah Scazzi, 12 indagati per aver mentito. C’è anche Ivano Russo

La Procura di Taranto ha chiuso l’inchiesta Scazzi-bis notificando 12 avvisi di conclusione indagini a quanti erano a conoscenza di fatti riguardanti l’omicidio della 15enne di Avetrana e hanno taciuto o detto il falso.
A cura di Susanna Picone
processo scazzi
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Delitto di Avetrana: l'omicidio di Sarah Scazzi

La Procura di Taranto ha chiuso l'inchiesta Scazzi-bis notificando dodici avvisi di conclusione indagini a quanti erano a conoscenza di fatti e particolari riguardanti l'omicidio della ragazzina di Avetrana scomparsa il 26 agosto del 2010. Indagati coloro che, secondo la Procura, hanno taciuto o detto il falso davanti a pm o alla Corte d'assise di Taranto. L’inchiesta bis è condotta dal procuratore aggiunto, Pietro Argentino, e dal sostituto Mariano Buccoliero. Tra i dodici indagati c’è Michele Misseri, zio della vittima e condannato in primo grado nel processo per l’omicidio di Avetrana a otto anni per soppressione di cadavere. Ora nei confronti del contadino viene ipotizzata l’autocalunnia per essersi autoaccusato dell’omicidio, anche se innocente,  per salvare sua figlia Sabrina e sua moglie Cosima Serrano, le due donne condannate all’ergastolo in primo grado e tuttora in carcere mentre è in corso il processo d’Appello.

Ivano Russo accusato di false informazioni al pm e falsa testimonianza – Tra i dodici indagati c’è poi Ivano Russo, il ragazzo col quale la cugina di Sarah, Sabrina Misseri, aveva un’amicizia. Russo è accusato di false informazioni al pm e falsa testimonianza alla Corte d'assise su come trascorse il giorno dell'omicidio della 15enne. Stessi reati sono addebitati alla madre del ragazzo, Elena Baldari, al fratello Claudio e all'allora fidanzata Antonietta Genovino. Gli altri indagati, a vario titolo per falsa testimonianza o false informazioni al pm, sono un nipote del contadino di Avetrana, Maurizio Misseri, e sua madre Anna Lucia Pichierri; Alessio Pisello, amico di Ivano Russo e Sabrina; Anna Scredo (la cognata del fioraio Giovanni Buccolieri); Dora Serrano (sorella della mamma di Sarah e Cosima, che risponde anche di calunnia contro i carabinieri) e suo fratello Giuseppe (anche calunnia contro i carabinieri).

Caso Sarah Scazzi, negato permesso premio alla cugina Sabrina Misseri:
Caso Sarah Scazzi, negato permesso premio alla cugina Sabrina Misseri: "Socialmente pericolosa"
Caso Sarah Scazzi, per Strasburgo ammissibile il ricorso della difesa: che cosa significa
Caso Sarah Scazzi, per Strasburgo ammissibile il ricorso della difesa: che cosa significa
Valentina Misseri:
Valentina Misseri: "È stato mio padre a uccidere Sarah Scazzi, questo è un clamoroso errore giudiziario"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni