Covid 19
26 Agosto 2022
15:59

Perché Moderna ha fatto causa a Pfizer e BioNTech per i vaccini anti covid a mRNA

L’azienda farmaceutica americana Moderna ha fatto causa a Pfizer e BioNTech, sia in Usa sia in Europa, a causa dei brevetti della tecnologia usata per i vaccini anti covid.
A cura di Antonio Palma
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Le due aziende farmaceutiche simbolo della lotta al covid-19 con i due principali e innovativi vaccini al mondo, Moderna e Pfizer, si dichiarano guerra legale proprio sulla composizione e la proprietà dei brevetti dell’antidoto al virus Sars Cov-2.

L’azienda statunitense Moderna, infatti, ha annunciato oggi di aver presentato tutta la documentazione necessaria per trascinare in tribunale e fare causa alla Pfizer ma anche alla BioNTech, la società di biotecnologie che ha messo punto il vaccino Comirnaty. La causa è stata avviata sia in Usa, presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto del Massachusetts, sia in Europa, presso il tribunale regionale di Düsseldorf in Germania.

Alla base della decisione della multinazionale americana c’è la proprietà dei brevetti della tecnologia usata nelle fiale Pfizer-BioNTech. Per Moderna infatti i rivali avrebbero violato i suoi brevetti sulla tecnologia mRNA depositati fra il 2010 e il 2016. "Moderna è convinta del fatto che il vaccino Comirnaty Covid-19 di Pfizer e BioNTech violi i brevetti depositati da Moderna tra il 2010 e il 2016 sulla tecnologia fondamentale dell'RNA messaggero di Moderna" spiegano in una nota dal gruppo americano.

La tecnologia a mRNA è una delle più innovative nel campo medico farmaceutico e si è rivelata fondamentale per preparare in poco tempo un antidoto al nuovo coronavirus ma per gli esperti è potenzialmente rivoluzionaria per il prossimo futuro nello sviluppo di nuovi farmaci contro altre malattie come ad esempio per prevenire l'HIV nonché malattie autoimmuni e cardiovascolari e forme rare di cancro. Per questo attorno ai brevetti potrebbe scatenarsi una dura lotta legale tra colossi farmaceutici.

“Questa tecnologia rivoluzionaria è stata fondamentale per lo sviluppo del vaccino Spikevax. Pfizer e BioNTech hanno copiato questa tecnologia senza il nostro permesso” spiegano da Moderna, assicurando che ad ogni modo non chiederanno il ritiro del vaccino anti covid di Pfizer dal mercato né pretendono contropartite su vendite ai paesi poveri.

Moderna però pretende che Pfizer e BioNTech paghino per l'uso nei paesi ricchi delle tecnologie brevettate dal gruppo americano. “Coerentemente con il suo impegno per un accesso globale all’antidoto, nell'ottobre 2020 Moderna si è impegnata a non far valere i suoi brevetti relativi al COVID-19 mentre la pandemia imperversava. Nel marzo 2022, quando la lotta collettiva contro il COVID-19 è entrata in una nuova fase e la fornitura di vaccini non era più un ostacolo in molte parti del mondo, Moderna ha aggiornato il suo impegno pretendendo pagamenti per le sue tecnologie nei mercati dei Paesi ricchi" spiegano dal gruppo.

“Stiamo intentando queste cause per proteggere l’innovativa piattaforma tecnologica mRNA su cui abbiamo investito miliardi di dollari e che abbiamo sperimentato e brevettato durante il decennio precedente alla pandemia di Covid-19”, ha detto Stéphane Bancel, amministratore delegato di Moderna.

Concetto ribadito anche da Shannon Thyme Klinger, capo del team legale di Moderna che ha spiegato: “Riteniamo che Pfizer e Biontech abbiano copiato illegalmente le invenzioni di Moderna e abbiano continuato a utilizzarle senza autorizzazione”.

Nel dettaglio, Moderna ritiene che Pfizer e BioNTech abbiano copiato due caratteristiche chiave delle sue tecnologie brevettate che sono fondamentali per il successo dei vaccini mRNA. “Pfizer e BioNTech hanno condotto test su quattro diversi vaccini ma alla fine hanno deciso di procedere con un vaccino che ha la stessa identica modifica chimica dell'mRNA del nostro vaccino Spikevax” sostengono da Moderna, spiegando che questa modifica da loro brevettata evita di provocare una risposta immunitaria al vaccino. In secondo luogo “nonostante avessero molte opzioni diverse, Pfizer e BioNTech hanno copiato l'approccio di Moderna per codificare la proteina spike” aggiungono dal gruppo Usa, concludendo: “Gli scienziati di Moderna hanno sviluppato questo approccio per il virus MERS-CoV, anni prima della comparsa del COVID-19”.

32142 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni