485 CONDIVISIONI
4 Novembre 2022
08:08

Paura al bar, raffica di proiettili: 50enne ucciso mentre festeggiava il compleanno a Foggia

Sul fatto che si sia trattato di un agguato mortale maturato nell’ambito della criminalità organizzata foggiana ci sono pochi dubbi da parte degli inquirenti. La vittima è Agostino Corvino, pregiudicato e accusato di associazione di stampo mafioso.
A cura di Antonio Palma
485 CONDIVISIONI

Ennesimo agguato in stile mafioso a Foggia dove un 50enne è stato ucciso davanti a un bar mentre festeggiava il compleanno insieme ad alcuni amici. La vittima è Agostino Corvino, pregiudicato e nipote del boss Raffaele Tolonese che è stato raggiunto da una raffica di colpi mentre brindava per il suo compleanno davanti a un chiosco di bibite in viale Giotto.

L’agguato mortale, avvenuto nella serata di giovedì fa salire a 13 il numero degli omicidi consumati nel Foggiano dall’inizio dell’anno.

Erano circa le 21.30 quando uno o probabilmente più sicari hanno fatto fuoco sul bersaglio senza lasciargli scampo. Le forze dell’ordine accorse sul posto hanno trovato a terra ben 14 bossoli sparsi sull'asfalto.

Corvino, soccorso dal personale del 118 e trasportato in codice rosso in ospedale, è morto poco dopo. L’uomo è stato raggiunto da diversi colpi di pistola all'addome.

Sul posto anche gli agenti della squadra mobile di Foggia che hanno subito avviato le indagini e gli esperti della Scientifica, per i rilievi del caso.

Sul fatto che si sia trattato di un agguato mortale maturato nell'ambito della criminalità organizzata foggiana ci sono pochi dubbi da parte degli inquirenti. Corvino infatti era un pluripregiudicato e attivo negli ambienti della criminalità organizzata foggiana che dopo mesi di arresti e processi e in subbuglio come dimostrano i tanti morti in strada.

Corvino era stato arrestato a luglio 2013 nell’ambito dell’operazione ‘Corona’, perché accusato di associazione per delinquere di stampo mafioso, estorsioni, ricettazioni, spaccio di stupefacenti e sequestro di persona. Era nipote del boss Raffaele Tolonese della batteria Trisciuoglio-Prencipe-Tolonese della Società foggiana.

485 CONDIVISIONI
“Con noi la vita è stata ingiusta”: la lettera della fidanzata di Davide, ucciso mentre era a caccia
“Con noi la vita è stata ingiusta”: la lettera della fidanzata di Davide, ucciso mentre era a caccia
Travolta e uccisa da un'auto il giorno del suo 30esimo compleanno: gli ultimi momenti di vita in un video
Travolta e uccisa da un'auto il giorno del suo 30esimo compleanno: gli ultimi momenti di vita in un video
Giusy Arena, a 15 settimane dalla morte resta il mistero:
Giusy Arena, a 15 settimane dalla morte resta il mistero: "Chi l'ha uccisa è libero e questo fa paura"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni