697 CONDIVISIONI
Notizie sulla detenzione di Patrick Zaki in Egitto

Patrick Zaki atterrato all’aeroporto di Milano Malpensa: in serata a Bologna per incontro con la stampa

L’attivista per i diritti umani Patrick Zaki è arrivato a Milano Malpensa ed è stato accolto dal rettore dell’Università di Bologna, Giovanni Molari e dalla sua insegnante Rita Monticelli. Il 30enne incontrerà la stampa in serata a Bologna.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Gabriella Mazzeo
697 CONDIVISIONI
foto in esclusiva di Fanpage.it
foto in esclusiva di Fanpage.it
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Notizie sulla detenzione di Patrick Zaki in Egitto

Patrick Zaki, ricercatore e attivista per i diritti umani di origini egiziane, è arrivato a Milano nel primo pomeriggio. Secondo quanto reso noto, il 30enne che è stato scarcerato di recente dal Tribunale di Mansoura e che ha ricevuto la grazia da Al-Sisi,  è atterrato all'aeroporto di Malpensa. Il ricercatore è stato accolto dal Rettore dell'Università di Bologna, Giovanni Molari, e dalla sua insegnante Rita Monticelli al Terminal 1 dell'aeroporto milanese. Dopo il viaggio dal Cairo, Zaki è stato accompagnato a Bologna per l'incontro con la stampa.

Zaki, che dal 2020 era bloccato in Egitto a causa di alcune accuse relative alla "diffusione di notizie false" in seguito alla condivisione di alcuni articoli relativi all'Isis e alla discriminazione dei copti nel Paese, è tornato in Italia dopo aver dovuto conseguire la sua laurea in studi di Genere presso il Master Gemma dell'università bolognese da remoto. L'attivista aveva chiesto di discutere la sua tesi presso la sede dell'Università, ma non gli era stata concessa l'autorizzazione per lasciare l'Egitto.

foto in esclusiva di Fanpage.it
foto in esclusiva di Fanpage.it

Durante l'undicesima udienza presso il Tribunale egiziano, Zaki è stato inaspettatamente condannato a 3 anni di reclusione. L'attivista è stato poi graziato dal governo di Al-Sisi ed è stato scagionato da tutte le accuse. Il 30enne potrà ora sposare la compagna, laureatasi presso l'Università di Bologna insieme a lui poche settimane prima della sentenza, e riprendere la sua vita tra ricerca e la pianificazione di una nuova quotidianità fra l'Egitto e l'Italia.

"Questo è il giorno più importante della mia vita, ci vediamo a Bologna" ha detto l'attivista appena arrivato all'aeroporto di Malpensa ai cronisti presenti. Il giovane ha lasciato l'aeroporto milanese per dirigersi in Emilia – Romagna come da programma. Arrivato presso il rettorato dell'Università di Bologna, è stato accompagnato dal rettore Giovanni Molari nel palazzo di via Zamboni. In attesa, fuori dalla struttura, c'erano un centinaio di persone tra giornalisti, amici e attivisti. A breve inizierà la conferenza stampa.

Consegnata la pergamena di laurea

Patrick Zaki ha ricevuto la pergamena di laurea dopo il suo arrivo al rettorato dell'Università di Bologna. Il 30enne si era laureato con il massimo dei voti qualche settimana fa e aveva dovuto discutere la tesi da remoto a causa dell'impossibilità di lasciare l'Egitto. Al suo arrivo al rettorato di via Zamboni, il ricercatore ha abbracciato alcune delle persone presenti tra giornalisti, amici e colleghi.

697 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni