È consigliato indossare mascherine protettive anche in pubblico perché rappresentano un'efficace barriera contro la diffusione del coronavirus. A dirlo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, che ieri ha pubblicato delle nuove linee guida sull'uso delle mascherine spiegando comunque che "da sole non vi proteggeranno contro il Covid-19". Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'OMS, ha dichiarato che le nuove linee guida "sono un aggiornamento di quello che diciamo da mesi". "Alla luce della situazione attuale, l'Oms raccomanda i governi ad incoraggiare l'uso delle mascherine dove c'è un'ampia diffusione del virus e la distanza fisica è difficile da mantenere, come i trasporti pubblici, i negozi o in altri ambienti chiusi e affollati", ha affermato il direttore.

Per l'organizzazione uomini e donne di oltre 60 anni o con problemi di salute "dovrebbero indossare mascherine mediche quando si trovano all'esterno e non possono mantenere la distanza sociale". Tutti gli altri "devono indossare mascherine di tessuto a tre strati", che possono essere fabbricate in casa rispettando i suggerimenti dell'Oms. L'Organizzazione mondiale della sanità ha fatto riferimento anche ai fatti di cronaca delle ultime settimane, riferendosi in particolare ai manifestanti scesi in piazza dopo la morte negli Stati Uniti di George Floyd durante un arresto e ricordando la necessità di proteggere se stessi e gli altri dal virus SarsCov2. "Abbiamo di sicuro assistito a molta passione questa settimana, con gente che ha sentito il bisogno di uscire ed esprimere i propri sentimenti. Chiediamo loro di ricordare che è necessario proteggere se stessi e gli altri", ha detto la portavoce dell'Oms Margaret Harris. Per finire l'Oms ha lanciato un monito: "Non è finita. Non sarà finita fino a quando non ci sarà più il virus in nessuna parte del mondo".