Nuovo allarme di Coronavirus all'ospedale San Martino di Genova. Due reparti, quello di “Oncologia 1” e “Medicina” sono stati chiusi al pubblico oggi dopo che una paziente e un medico sono stati trovati positivi a Covid-19. Bloccati anche i ricoveri e le visite ai ricoverati. Nello specifico, contagiati sono risultati uno specializzando del reparto di Oncologia medica 1 e una paziente che si trovava nel reparto di Medicina del Monoblocco. I medici, gli infermieri e agli altri pazienti sono stati o verranno sottoposti al tampone. I risultati sono attesi per la prossima settimana. Il nosocomio era stato dichiarato Covid Free lo scorso 15 luglio, dopo quattro mesi di emergenza. Per questo, il personale sanitario non nasconde una certa preoccupazione.

Nei giorni scorsi un altro caso di positività era stato riscontrato nel reparto di gastroenterologia, all'undicesimo piano del monoblocco del policlinico San Martino di Genova. Si trattava di una paziente di 56 anni in dimissione, risulta "debolmente positiva al secondo tampone", frutto del processo di screening messo in atto dopo i due casi relativi ad un paziente e ad un'infermiera, emersi nella giornata di sabato. In totale sono dunque cinque i casi di infezione riscontarti nella struttura ospedaliera. L’ospedale ha comunicato che nei reparti interessati dalla chiusura temporanea sono temporaneamente sospese le visite ai ricoverati, fino alle risultanze del secondo tampone effettuato a distanza di 7 giorni dal primo. Le dimissioni, invece, sono garantite in presenza di almeno un tampone negativo, conseguente isolamento fiduciario domiciliare e segnalazione al medico curante.

Intanto, in tutta la Liguria sale ancora il numero dei nuovi casi su base giornaliera. Solo ieri sono stati registrati 141 nuovi contagi. Anche se la maggior parte sono concentrati nello spezzino: 91, di cui 50 risultati da contatto di caso confermato e 41 attività di screening, anche a Genova sono in aumento, con 33 infezioni, di cui 18 da contatto di caso confermato e 15 da attività screening. Gli ospedalizzati sono 140, con un incremento di due pazienti rispetto a ieri. Di questi, 12 sono in terapia intensiva, mentre ieri erano 11.