240 CONDIVISIONI
Covid 19
17 Febbraio 2021
14:48

Noto, avvisano i familiari che è morta per Covid: ma il suo cuore torna improvvisamente a battere

“Miracolo” all’ospedale di Noto, in provincia di Siracusa, dove il cuore di una donna di 73 anni, ricoverata in terapia intensiva per Covid e di cui era stato dichiarato il decesso, ha ripreso immediatamente a battere lasciando senza parole i sanitari presenti. “Ho chiamato personalmente i congiunti della signora per comunicare loro la notizia”. La signora è ancora ricoverata.
A cura di Ida Artiaco
240 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Miracolo all'ospedale Trigona di Noto, in provincia di Siracusa. Una signora di 73 anni, di Ferla, ricoverata nel reparto di terapia intensiva per complicazioni da Covid-19, è stata dichiarata morta, con tanto di comunicazione ufficiale ai suoi familiari, ma improvvisamente il suo cuore ha ripreso a battere. La notizia è stata confermata a Fanpage.it dal nosocomio, dove la donna era arrivata circa un mese fa dopo essere trovata positiva al Coronavirus. Le sue condizioni, già fragili a causa di una serie di patologie pregresse, sono via via peggiorate, fino a qualche giorno fa, quando ne è stato confermato il decesso. Il suo polso, tastato da un medico, era senza battito e l’elettrocardiogramma risultava piatto.

I sanitari a quel punto hanno avvisato i parenti, che non vedevano la signora da più di un mese, in attesa di un secondo accertamento così come prevedono le procedure. Ma a distanza di due ore i medici hanno ripetuto l’elettrocardiogramma e con grande sorpresa hanno constato che il cuore della 73enne aveva ripreso a battere. Immediatamente a casa dei familiari è arrivata una seconda telefonata da parte del responsabile del reparto Covid, che ha comunicato l'avvenuto "miracolo".

"Ho chiamato personalmente i congiunti della signora per comunicare loro la notizia – ha raccontato al Giornale di Sicilia il dottor Maurizio Rizzotto, del reparto Covid dell'ospedale di Noto -, seppure le condizioni cliniche della paziente permangono critiche". La paziente, infatti, è ancora ricoverata, non è fuori pericolo, seppur si sia nel frattempo negativizzata, ma è sicuramente viva. È possibile si sia trattato di un caso di morte apparente, un episodio molto raro ma che tuttavia potrebbe verificarsi, al punto che tra i consigli ai medici c'è quello di tenere sotto controllo i pazienti con elettrocardiogramma per alcuni minuti dopo la dichiarazione del decesso.

240 CONDIVISIONI
28351 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni