Covid 19
23 Settembre 2022
09:46

Monitoraggio Iss: incidenza del contagio torna a salire, stabili ricoveri covid e Rt

Due Regioni sono classificate a rischio alto, undici a rischio moderato: i dati del monitoraggio COVID-19 dell’Istituto superiore di sanità (ISS) e del ministero della Salute.
A cura di Antonio Palma
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Torna a salire l’incidenza del contagio covid in Italia nell’ultima settimana mentre resta stabile la situazione dei ricoveri e l’indice Rt. Lo evidenzia il consueto report settimanale con i dati del monitoraggio COVID-19 della Cabina di regia dell'Istituto superiore di sanità (ISS) e del ministero della Salute.

Nel periodo dal 16 settembre al 22 settembre, l’incidenza settimanale infatti ha avuto un balzo in avanti passando a 215 casi ogni 100mila abitanti rispetto ai 186 casi ogni centomila abitanti della scorsa settimana. Invertito dunque il trend delle settimane precedenti.

Stabile invece l’indice di trasmissibilità del contagio covid Rt sui casi sintomatici che nella settimana presa in esame, periodo tra il 31 agosto e il 13 settembre 2022, è stato pari a 0,91, quindi ancora sotto la soglia epidemica ma con un range che varia da regione a regione da un minimo di 0,85 a un massimo di 1,06. L’indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero invece è in leggero aumento ma sotto la soglia epidemica. L’Rt in questo caso è 0,87 (0,82-0,91) contro lo 0,81 della passata rilevazione dell’iss

Stabile anche il tasso di occupazione dei ricoveri in terapia intensiva che si attesta all’ 1,4% secondo la rilevazione giornaliera del Ministero della Salute al 22 settembre che è identica a quella della settimana precedente. Scende leggermente il tasso di occupazione dei malati covid nei normali reparti ospedalieri che a livello nazionale si attesta al 5,3% al 22 settembre contro il 5,7% del 15 settembre.

L’Iss segnala che la percentuale dei casi rilevati attraverso l’attività di tracciamento dei contatti è stabile rispetto alla settimana precedente (11%). In leggero aumento la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (53% vs 51%), mentre diminuisce leggermente la percentuale dei casi diagnosticati attraverso attività di screening (36% vs 37%).

A livello regionale, solo due Regioni sono classificate a rischio alto, undici invece sono a rischio moderato e le restanti 8 Regioni/province autonome sono classificate a rischio basso. Infine dodici Regioni/PPAA riportano almeno una allerta di resilienza e tre Regioni riportano molteplici allerte di resilienza.

31868 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni