4 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Covid 19

Monitoraggio Covid, Iss: sale l’indice Rt ma l’incidenza del contagio cala

I dati del Monitoraggio Covid dell’Istituto superiore di sanità e del Ministero della salute che ha raccolto gli indicatori sull’andamento della pandemia nel nostro Paese relativo alla settimana dal 28 aprile al 4 maggio 203.
A cura di Antonio Palma
4 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Nell’ultima settimana cala l'incidenza del contagio covid in Italia mentre sale l’indice Rt e permangono sostanzialmente stabili i ricoveri in ospedale. Sono questi i principali dati che arrivano dal consueto Monitoraggio Covid dell’Istituto superiore di sanità e del Ministero della salute che ha raccolto gli indicatori sull’andamento della pandemia nel nostro Paese relativo alla settimana dal 28 aprile al 4 maggio 203.

Incidenza del contagio e Rt

Nel dettaglio, nella settimana considerata, l'incidenza del contagio cala a 35 casi ogni 100.000 abitanti, rispetto ai 39 della scorsa settimana, mentre nel periodo 12 – 25 aprile 2023, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 1,10, in ulteriore aumento rispetto al periodo precedente e con un range tra diverse regioni che varia da 0,91 1,31. L’indice Rt dunque si mantiene sopra la soglia epidemica di uno, al contrario dell’indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero che continua invece a scendere mantenendosi dunque sotto la soglia epidemica: Rt=0,91.

Ricoveri covid in ospedale

Il tasso di occupazione dei pazienti covid in terapia intensiva è stabile all’1,1% secondo la rilevazione giornaliera Ministero della Salute del 4 maggio mentre il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale scende leggermente al 4,4% rispetto al 4,7% della rilevazione ministeriale dello scorso 27 aprile.

Un sola regione a rischio alto

Per quanto riguarda la situazione delle regioni, una sola è considerata a rischio alto a causa di molteplici allerte di resilienza. Otto regioni sono invece a rischio moderato e undici sono classificate a rischio basso. A queste deve aggiungersi un’altra regione non valutabile a cusa di mancanza di trasmissione di dati e quindi equiparata a rischio alto. Nel dettaglio, quindici Regioni/PPAA riportano almeno una allerta di resilienza. Sei Regioni/PPAA riportano molteplici allerte di resilienza.

4 CONDIVISIONI
32813 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views