video suggerito
video suggerito
News su migranti e sbarchi in Italia

Migranti, a Lampedusa è record di sbarchi: quasi 2mila persone in un giorno

Sull’isola di Lampedusa ci sono stati 65 sbarchi, per un totale di 1.918 persone, nel giro di 24 ore. Gli arrivi continuano a ritmi sostenuti, ci sono quasi 4mila persone nell’hotspot. Centinaia di persone saranno trasferite in tutta Italia oggi.
A cura di Luca Pons
323 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Continua il flusso di persone migranti che attraversano il Mediterraneo per arrivare in Italia, e a Lampedusa è record per quantità di soccorsi e di persone sbarcate in una sola giornata. Il numero di arrivi in Italia quest'anno ha superato quota 100mila già a Ferragosto, e ormai va verso 110mila. Ieri, 25 agosto, nell'arco di 24 ore a Lampedusa ci sono stati 65 sbarchi, per un totale di 1.918 persone portate in salvo. Oggi, dalla mezzanotte, sono già 17 i nuovi sbarchi, con 519 persone.

Record di arrivi a Lampedusa, 4000 persone nell'hotspot

La situazione è critica. All'hotspot di contrada Imbriacola, gestito dalla Croce rossa e teoricamente attrezzato per ospitare circa 400 migranti, al momento ci sono tra le 3.500 e le 4mila persone, di cui circa 200 sono minori non accompagnati. La Prefettura di Agrigento ha già disposto che, nelle prossime ore, il traghetto di linea Galaxy partirà trasportando 740 migranti verso Porto Empedocle, in provincia di Agrigento, dove arriverà verso sera. Da qui proseguirà la redistribuzione in varie strutture di accoglienza.

Gli arrivi, peraltro, non avvengono solo con salvataggi in mare. Ieri sei gruppi di persone sono stati bloccati da carabinieri e Guardia di finanza dopo essere riusciti a sbarcare in autonomia a Lampedusa. Un gruppo è stato individuato a Porto ‘Nonti, senza riuscire a trovare l'imbarcazione con cui è arrivato. Altri due (50 persone in tutto) sono arrivati al molo commerciale, altri ancora a Cala Croce e al santuario della Madonna dell'aiuto (82 persone). La Guardia costiera è intervenuta anche per assistere 47 persone rimaste sulla scogliera di Cala Galera, dopo aver lasciato alla deriva la propria imbarcazione.

Il sistema di smistamento sotto pressione a Porto Empedocle

A Porto Empedocle è stata istituita un'area di transito per le pre-identificazioni. Qui gli agenti di polizia della Questura (ufficio immigrazione) si occupano di fotosegnalazioni e delle altre pratiche. Centinaia di persone si trovano in questa area, e dovranno essere ulteriormente trasferite entro metà mattinata. Il piano è questo: tre autobus porteranno 130 persone a Pollazzo, uno accompagnerà 30 persone a Messina e altri due, con 80 persone, si dirigeranno in Abruzzo. Altri 20 andranno a Caltanissetta.

Questa sera, con l'arrivo di altre 740 persone, le procedure riprenderanno. Alcuni trasferimenti sono già decisi e dovrebbero interessare tutta Italia: 150 persone in Veneto, 40 in Umbria, 150 in Emilia-Romagna e 100 a Vibo Valentia, in Calabria. Le 440 persone interessate da questi spostamenti sarebbero già state identificate, ancor prima di lasciare Lampedusa, così da permettere di mantenere i ritmi altissimi imposti dalla frequenza degli sbarchi.

In arrivo 700 persone a Catania

Gli sbarchi proseguono non solo a Lampedusa. Oggi un altro arrivo è già attesa a Catania. Nel porto del capoluogo siciliano dovrebbe arrivare verso le ore 12 la nave Dattilo, della Guardia costiera italiana. A bordo ci sono circa 700 persone migranti, di cui 200 soccorse direttamente in mare e altre 498 sono state prese a Lampedusa, sempre per agevolare i trasferimenti. Una volta sbarcate, le persone saranno assistite e poi distribuite nelle strutture per l'accoglienza.

323 CONDIVISIONI
879 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views