1.601 CONDIVISIONI
Le notizie sul maltempo nelle Marche
26 Settembre 2022
13:22

Mattia Luconi, domani i funerali del bimbo morto nell’alluvione delle Marche

Si terranno domani, martedì 27 settembre, i funerali del piccolo Mattia Luconi, il bimbo di 8 anni morto nell’alluvione delle Marche. Il Comune di San Lorenzo in Campo ha indetto il lutto cittadino.
A cura di Gabriella Mazzeo
1.601 CONDIVISIONI
Il piccolo Mattia
Il piccolo Mattia
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Le notizie sul maltempo nelle Marche

Si terranno domani, martedì 27 settembre, i funerali del piccolo Mattia Luconi, il bimbo di 8 anni deceduto nell'alluvione delle Marche. Il corpo del bimbo è stato ritrovato dopo 8 giorni di ricerche nei pressi del Comune di Trecastelli. San Lorenzo in Campo, cittadina dove il piccolo viveva, ha indetto il lutto cittadino per stringersi attorno a papà Tiziano e mamma Silvia.

Le esequie sono previste per le 15 di domani nella chiesa di Santa Maria Assunta di Barbara. Dopo la cerimonia, la sala del bimbo sarà tumulata nel cimitero di San Pietro di Arcevia. La camera mortuaria per l'ultimo saluto al piccolo è stata aperta alle 9 di questa mattina presso l'ospedale di Senigallia.

"Il lutto cittadino è in segno di stima, affetto e rispetto per la famiglia del piccolo Mattia – ha dichiarato il sindaco di San Lorenzo in Campo -. Siamo vicini alla mamma Silvia, al papà Tiziano, agli zii Cateria, Alessandro, Paolo e Alice e ai nonni Mimma, Millo e Marisa"

Il ritrovamento della salma

La salma del piccolo Mattia è stata ritrovata il 23 settembre scorso dopo 8 giorni di ricerche. Il suo corpicino era in avanzato stato di decomposizione ed è stato possibile riconoscerne l'identità solo grazie alla maglietta che aveva indosso. Per la conferma ufficiale si attende comunque l'esito degli esami del Dna, ma sembra che si tratti solo di una mera formalità.

I genitori del piccolo, distrutti dal dolore, non si sono recati sul luogo del ritrovamento. La mamma e il papà di Mattia non hanno mai smesso di cercare e hanno aiutato i soccorritori nelle operazioni. Silvana Mereu è tornata sul luogo del disastro subito dopo la dimissione dall'ospedale presso il quale era stata ricoverata per un principio di polmonite. La donna aveva chiesto alle autorità di non interrompere le ricerche. "Voglio una tomba su cui piangere" aveva detto poco prima del ritrovamento della salma.

1.601 CONDIVISIONI
56 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni