8.302 CONDIVISIONI
Covid 19
25 Settembre 2021
13:27

Manifestazione no green pass a Trieste: migliaia in piazza, bloccato il centro città

Qualche migliaio di persone è sceso in piazza a Trieste per protestare contro l’obbligo di green pass: i manifestanti hanno sfilato per le vie della città, bloccando il centro e ribadendo il loro no alla certificazione verde nei luoghi di lavoro. Slogan, cartelli e striscioni contro quella che viene definita la “dittatura sanitaria”.
A cura di Stefano Rizzuti
8.302 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

I manifestanti no green pass scendono in piazza a Trieste: una protesta contro la certificazione verde molto partecipata, con circa 8mila persone per le strade e in piazza. Secondo gli organizzatori i manifestanti sono molti di più, arrivando a ipotizzare fino a 20mila persone, ma per la questura in realtà non si va sopra i 7-8mila. Il centro di Trieste è bloccato, con i mezzi pubblici fermi e le forze dell’ordine schierate in tutte le strade percorse dal corteo: tantissimi gli agenti presenti. La manifestazione è stata convocata per protestare contro la vaccinazione anti-Covid e soprattutto contro l’obbligo di green pass, che dal 15 ottobre diventerà necessario anche per accedere ai luoghi di lavoro, pubblici e privati. Quasi tutti i manifestanti in piazza a Trieste sono senza mascherina.

Sono attese manifestazioni contro il green pass in tutta Italia, con circa 60 città coinvolte, da Milano a Napoli, passando anche per Roma dove ci sarà un sit-in nel pomeriggio. A Trieste, durante il corteo, non sono mancati gli insulti ai giornalisti e alla stampa, quando i manifestanti sono passati sotto la sede regionale della Rai e sotto le sedi dei giornali locali. Il corteo ha paralizzato le vie del centro della città, partendo da Largo Riborgo e riversandosi poi su Corso Italia. I manifestanti hanno intonato slogan e mostrato cartelli e striscioni per chiedere di poter avere “libertà” di scelta, sia dal punto di vista del green pass che del vaccino anti-Covid. Non sono mancate le proteste contro quella che i manifestanti definiscono la “dittatura sanitaria”.

Per chi è sceso in piazza l’obbligo di green pass è un “vile ricatto, tanto da arrivare a definirlo come una forma di “apartheid”, come viene riportato sulle scritte sugli striscioni che sfilano per la città. Si parla anche di “fascismo mascherato” e vengono presi di mira il presidente del Consiglio, Mario Draghi, e il ministro della Salute, Roberto Speranza. Alla manifestazione aderisce anche il Movimento 3V, con il suo candidato sindaco Ugo Rossi, presente anche lui in piazza, secondo quanto scrive l’Ansa. Rossi negli scorsi giorni era stato arrestato dopo uno scontro fisico con i carabinieri.

8.302 CONDIVISIONI
27584 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni