L'Italia accelera nella campagna vaccinale anti covid raggiungendo quota 12 milioni e mezzo di vaccinati con almeno una dose. Secondo i dati dell'ultimo report pubblicato oggi da Palazzo Chigi e aggiornato ai dati di sabato 10 aprile, infatti, nell'ultima settimana sono state somministrate oltre due milioni di dosi con un incremento quasi costante che nelle ultime 24 ore ha portato al nuovo record di 450mila inoculazioni in un solo giorno. Un deciso balzo in avanti rispetto ai 320mila del giorno precedente e i circa 250mila di inizio settimana. L'Italia, al pari degli altri Paesi europei, si avvicina così a quel mezzo mezzo milione dei vaccinati al giorno in maniera stabile che permetterebbe un cambio di passo notevole per raggiungere la tanto sperata immunità di gregge. Anche a livello regionale tutte le regioni sono ora oltre il 70% delle dosi somministrate.

Le dosi consegnate questa settimana

Una crescita che va di pari passo con l'aumento delle dosi consegnate, che sono state 3,2 milioni questa settimana, e l'incremento dei punti vaccinali, otre un centinaio in più questa settimana per un tortale di 741. Precisamente al momento in Italia sono 12.509.898 le dosi somministrate su un totale di 15.568.730 dosi distribuite mentre sono 3.812.342 in totale le persone completamente vaccinate cioè quelle a cui sono state somministrate la prima e la seconda dose di vaccino. La maggior parte delle dosi è andata agli Over 80 e agli Operatori Sanitari e Sociosanitari. L'Italia finora ha contato su circa 4 milioni di dosi AstraZeneca, su oltre 10 milioni di Pfizer e 1,3 milioni del vaccino Moderna.

Vaccini a Over 80, raggiunto solo il 68% della categoria

Per quanto riguarda le categorie, tra gli over 80 sono state vaccinate con almeno una dose 3.132.974 di persone che rappresentano il 68% della categoria tra cui 1.781.887 che hanno ricevuto anche la seconda dose. In questo caso le regioni più avanti sono Veneto e Basilicata con oltre l'80% degli over 80 raggiunti mentre restano indietro Calabria e Sicilia che hanno percentuali sotto il 50%. In tutto sono dieci le regioni con percentuali sotto la media nazionale. Per quanto riguarda la classe di età tra i  70 e i 79 anni, invece  la campagna vaccinale stenta ancora a decollare visto che siamo sotto il 20 per cento del totale della categoria per un totale di 1.205.150 di persone raggiunte.

Quasi conclusa la campagna vaccinale su sanitari e Rsa

Al contrario siamo oltre il 90 per cento a livello nazionale per i vaccinati delle categorie personale sanitario e ospiti delle Rsa. In entrambi i casi sono stati vaccinati con almeno una dose oltre il 91 per cento e con due dose oltre il 75 per cento degli interessati. In attesa di prima dose restano ancora 30mila ospiti di Rsa e 157 operatori sanitari. Infine per quanto riguarda insegnanti e personale scolastico, vaccinato con una dose il 72,13% della categoria ma meno dell'un per cento con la seconda dose visto che si tratta in gran parte di Astrazeneca che ha tempi più lungi tra le due dosi.