195 CONDIVISIONI
Covid 19
26 Marzo 2021
21:58

Le nuove zone rosse locali, regione per regione

Da lunedì 29 marzo l’Italia intera sarà tinta di rossa ed arancione: anche in queste ultime, tuttavia, non mancheranno zone rosse locali in comuni dove la situazione epidemiologica richiede il rispetto delle massime restrizioni previste. Vediamo dove sono, regione per regione.
A cura di Davide Falcioni
195 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

A partire da lunedì 29 marzo l'Italia intera sarà tinta di rossa ed arancione e saranno temporaneamente abolite le zone gialle. A deciderlo è stato il Governo che, in vista delle festività pasquali, intensificherà le restrizioni e i relativi controlli. Il 3, 4 e 5 aprile – proprio per Pasqua e Pasquetta – inoltre tutta l’Italia sarà in zona rossa. In attesa del prossimo weekend le ordinanze di Speranza prevedono il passaggio dalla zona arancione alla zona rossa per la Valle d’Aosta, la Calabria e la Toscana e quella dal rosso all’arancione per il Lazio, dove si lascerà scadere l'ordinanza precedente, quindi il passaggio in arancione avverrà martedì 30 marzo. Nelle regioni arancioni, tuttavia, non mancheranno zone rosse locali. Vediamo dove.

L'Abruzzo resta arancione, ma ancora zone rosse locali

Per effetto del Decreto Draghi l'Abruzzo resta in zona arancione, ma ci sono ancora situazioni che richiedono il massimo delle restrizioni. In zona rossa, quindi, finiscono diversi comuni soprattutto dell'aquilano: si tratta di Capitignano, Pizzoli, Sante Marie, Prezza, Pratola Peligna, Celano e San Benedetto dei Marsi. A questi, già soggetti alle restrizioni più severe, si aggiungono da lunedì prossimo i Comuni di Pescina e Cerchio. Nel chietino misure rigide a Castiglione Messer Marino, Orsogna, Atessa, San Vito, Casoli e Lentella. In provincia di Pescara saranno in zona rossa Collecorvino, Rosciano, Moscufo e Villa Celiera, mentre nel teramano Colonnella, Nereto, Sant’Omero e Mosciano Sant’Angelo.

Istituite quattro nuove "zone rosse" in Sicilia

Anche in Sicilia il presidente della Regione, Nello Musumeci, ha firmato l’ordinanza che istituisce quattro nuove “zone rosse”. Si tratta di Centirupe, in provincia di Enna, Comitini, Racalmuto e Siculiana, in provincia di Agrigento. L’ordinanza entrerà in vigore domani, 27 marzo, e sarà valida fino al 6 aprile compreso. Con la stessa ordinanza viene prorogata sino al 6 aprile la "zona rossa" a Caltavuturo e a San Mauro Castelverde, in provincia di Palermo.

Le zone rosse locali di Calabria e Sardegna

Fino a mercoledì 31 marzo nei comuni di Bisignano e Cariati, in provincia di Cosenza, e Samo, in provincia di Reggio Calabria, saranno in vigore le limitazioni da zona rossa. In Sardegna, che fino a lunedì scorso si trovava in zona bianca, sette comuni sono passati in zona rossa. A Bono, in provincia di Sassari, le restrizioni saranno in vigore fino al 6 aprile. Oltre a questa località ci sono Sindia (Nuoro), Golfo Aranci (Sud-Est Sardegna), Uri e Pozzomaggiore (Sassari), Sarroch (Cagliari) e Samugheo (Oristano), anche loro in zona rossa.

195 CONDIVISIONI
27587 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni