Un addetto alla sicurezza interna dell'ipermercato Oasi di Lanciano (provincia di Chieti), all'interno del centro commerciale La Fontana, è stato aggredito e ferito da un cliente che si sarebbe rifiutato di indossare la mascherina all'ingresso, su invito dello stesso vigilante. Secondo le ricostruzioni dei media locali, F. Di R., di etnia rom, si trovava all'ipermercato, insieme al fratello, per fare acquisti nel pomeriggio di ieri, 27 aprile. L’addetto alla sicurezza, un 26 anni del posto, lo ha visto e l’ha richiamato, ricordandogli che è obbligato ad indossare il dispositivo di sicurezza. Ma l’uomo, insieme al fratello, non ha voluto sentire ragioni, rifiutandosi di coprirsi volto e mani. Ne è nato un battibecco finito in violenza: uno dei due ha colpito con un pugno al naso il ragazzo, causandogli una copiosa perdita di sangue e la frattura del setto nasale.

Sul posto sono intervenuti polizia, carabinieri e la polizia municipale, mentre il vigilante è stato portato all'ospedale Renzetti per essere medicato. Sull'aggressione ora indagano gli agenti del commissariato, coordinati dalla dirigente Lucia D'Agostino. Fondamentale, oltre alle testimonianze dei numerosi clienti presenti al momento dei fatti, saranno le immagini della videosorveglianza, che permetteranno di ricostruire nel dettaglio la discussione e l'aggressione. I due fratelli rischiano di finire indagati con l'accusa di lesioni personali.