192 CONDIVISIONI
4 Marzo 2021
20:19

Lamberto Giannini nuovo capo della Polizia: la lunga carriera dal caso Ilaria Alpi all’antiterrorismo

Lamberto Giannini è stato nominato nuovo capo della Polizia dal consiglio dei ministri per sostituire Franco Gabrielli che ha lasciato l’incarico per occupare quello di sottosegretario dello stesso governo Draghi. Giannini da diretto la Digos di Roma prima di arrivare all’antiterrorismo, sia interno che internazionale.
A cura di Antonio Palma
192 CONDIVISIONI

Lamberto Giannini è il nuovo capo della Polizia di Stato italiana. Il consiglio dei ministri lo ha nominato oggi al posto di Franco Gabrielli che ha lasciato l'incarico per occupare quello di sottosegretario dello stesso governo Draghi con delega ai servizi. Una nomina che è un chiaro segno di continuità con il suo predecessore visto che Giannini era considerato il braccio destro di Gabrielli sotto il quale ha ricoperto il ruolo di capo della segreteria del dipartimento di pubblica sicurezza. Nato a Roma nel 1964 ed entrato in polizia nel 1989 dopo la laurea in Giurisprudenza e il corso per Vice-Commissari, Giannini ha alle spalle una lunga carriera nell'antiterrorismo, sia interno che internazionale.

Prima di approdare al Servizio Centrale Antiterrorismo e alla Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione, alle sue spalle ha avuto un lungo trascorso come capo della Digos della Questura di Roma. Proprio in quel ruolo è stato tra i protagonisti di uno dei misteri italiani ancora irrisolti: l'omicidio della giornalista Ilaria Alpi e dell'operatore MIran Hrovatin. È stato proprio lui infatti che il 12 gennaio 1998 ha interrogato e arrestato Omar Hashi Hassan, l'uomo finito in carcere per 19 anni perché accusato di essere un membro del commando che il 20 marzo del 1994 a Mogadiscio in Somalia uccise i giornalisti e che invece una successiva sentenza di revisione ha stabilito essere vittima di un “depistaggio di ampia portata”.

Tra gli accusatori di Omar Hashi Hassan c'era anche Sid Abdi, autista dei giornalisti a Mogadiscio, che fu interrogato a sua volta proprio dall'allora capo della Digos di Roma Lamberto Giannini.  Attività premiate poi dai superiori che lo hanno promosso mettendolo a dirigere l'antiterrorismo.  In questa veste Giannini poi ha portato avanti importanti operazioni come gli arresti dei terroristi appartenenti al gruppo della Nuove Brigate Rosse, che tra la fine degli anni '90 e gli inizi del 2000 avevano ripreso la lotta armata, e l'arresto nel 2005 di uno dei terroristi che  aveva tentato di farsi esplodere  nella metropolitana di Londra.

"Mi congratulo con il prefetto Lamberto Giannini che da oggi è il nuovo capo della Polizia" ha dichiarato il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese, aggiungendo:  "la sua nomina è stata deliberata dal cdm su proposta del ministro dell'Interno in virtù di un curriculum di eccellenza e di un apprezzamento sulle qualità personali e professionali condiviso a tutti i livelli istituzionali, che la rendono ancor di più solida garanzia per cittadini e forze di polizia".

192 CONDIVISIONI
Christine Lee, l'avvocato anglo-cinese accusata di essere spia di Pechino nel Parlamento inglese
Christine Lee, l'avvocato anglo-cinese accusata di essere spia di Pechino nel Parlamento inglese
Sanità non-Covid travolta dalle esigenze della pandemia, gli anestesisti: "Rischiamo collasso"
Sanità non-Covid travolta dalle esigenze della pandemia, gli anestesisti: "Rischiamo collasso"
Modena, sospesa l'insegnante che aveva rifiutato la mascherina Ffp2 in classe
Modena, sospesa l'insegnante che aveva rifiutato la mascherina Ffp2 in classe
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni