1.220 CONDIVISIONI
2 Novembre 2022
21:03

La storia di Linda, 4 anni, arrivata a Lampedusa dalla Tunisia su un barcone senza i genitori

La storia di Linda, che a 4 anni è arrivata a Lampedusa su un barcone insieme ad altri 70 richiedenti asilo dalla Tunisia dopo un viaggio di 26 ore ma senza i genitori: ecco cosa è successo.
A cura di Ida Artiaco
1.220 CONDIVISIONI

È arrivata a Lampedusa lo scorso 17 ottobre dopo un viaggio durato 26 ore su un barcone partito dalla Tunisia e completamente da sola. È questa la storia della piccola Linda, migrante di soli 4 anni, che è stata separata dai suoi genitori poco prima di imbarcarsi e che ha attraversato il Mediterraneo in compagnia di altri 70 richiedenti asilo ma senza la mamma e il papà.

Come racconta il quotidiano inglese The Guardian, le autorità tunisine stanno tentando di rimpatriarla. I suoi genitori hanno subito un divieto di viaggio e sono accusati di abbandono di minore. "Linda sta bene, ed è in un centro sociale per bambini a Palermo, dopo essere stata trasferita da Lampedusa in una comunità in provincia di Agrigento", ha detto Majdi Karbai, uno dei tre parlamentari tunisini che rappresentano i connazionali che vivono a Italia. "Chiede costantemente dei suoi genitori, ha subito uno choc emotivo e si domanda quando potrà rivederli", ha aggiunto.

Save the Children ha fornito supporto alla piccola migrante. "Sta giocando con altri bambini e un team di supporto psico-sociale che la sta aiutando a liberare le sue paure e pressioni", ha detto Giovanna De Benedetto, portavoce dell'Organizzaz. "Ci prendiamo cura del suo benessere".

Linda e la sua famiglia sono originari di Sayada, una città costiera vicino a Monastir, nell'area del Sahel, 20  a sud di Sousse e 162 km a sud di Tunisi. A causa dell'attuale crisi politica e della carenza di cibo, suo padre, che vende panini, non ha potuto guadagnarsi da vivere e ha deciso di lasciare il Paese con la sua famiglia.

La sorella di Linda, che ha sette anni, ha un problema cardiaco e ha bisogno di assistenza sanitaria costante. I suoi genitori speravano che in Europa la bambina avrebbe potuto ricevere le cure necessarie e prima di partire avevano preparato un dossier contenente la sua cartella clinica.

Il 16 ottobre scorso, mentre la famiglia cercava di partire, il papà di Linda l'ha poggiata momentaneamente sul barcone mentre aiutava l'altra figlia e la moglie. "Nel frattempo – ha spiegato Karbai -, il conducente della barca ha visto i grandi fari di un camion e ha pensato che fosse la polizia, quindi ha acceso il motore ed è partito, lasciandosi alle spalle la famiglia di Linda".

I genitori di Linda si sono rifiutati di parlare con i media. Sono accusati di aver abbandonato un minore e potrebbero essere accusati di traffico di esseri umani. Sono stati scarcerati dopo la notizia dell'arrivo della bambina a Lampedusa.

Il ministero tunisino per la famiglia, le donne, l'infanzia e gli anziani ha affermato in un comunicato che sono in corso discussioni con i servizi consolari tunisini a Palermo per il rimpatrio della bimba e che una delegazione diplomatica tunisina dovrebbe incontrare il giudice del tribunale per i minorenni di Palermo dopo che venerdì lo stesso tribunale ha bloccato il rimpatrio di Linda. Prima di prendere una decisione definitiva, il magistrato ha chiesto che fosse inviata a Palermo una relazione sulle cause dell'incidente e sulla partenza di Linda senza i genitori.

1.220 CONDIVISIONI
Esorcismo sul figlio di 4 anni: il bimbo muore. Era avvolto in un lenzuolo e bloccato sul pavimento
Esorcismo sul figlio di 4 anni: il bimbo muore. Era avvolto in un lenzuolo e bloccato sul pavimento
Ferrara, muore nel sonno a 17 anni: i genitori lo trovano senza vita nel letto
Ferrara, muore nel sonno a 17 anni: i genitori lo trovano senza vita nel letto
La storia di Marta:
La storia di Marta: "Con reddito di cittadinanza pagavo studi senza lavorare in nero o sfruttata"
388.379 di Simona Berterame
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni