368 CONDIVISIONI
24 Marzo 2013
14:33

La laurea per trovare lavoro? In Italia non serve più

L’istruzione superiore non basta più per trovare un impiego. I dati Istat: quasi 200mila giovani italiani laureati sono a spasso.
A cura di Redazione
368 CONDIVISIONI
Istat, lavoro: per i giovani meglio essere diplomati che laureati

La laurea? Non serve più per trovare lavoro, in Italia. Nel 2012, dice l'Istat, si contano circa 200mila disoccupati tra gli under 35 laureati con un aumento di circa il 28% sul 2011, rispetto al 2008 una crescita del 43%. Scendendo in dettaglio, l'Istituto di statistica inquadra così la situazione: 197mila ragazzi italiani tra i 15 e i 34 anni, con in tasca un titolo accademico (+27,6% sul 2011) sono in cerca di un impiego. E il risultato non cambia anche allargando lo sguardo al totale delle persone disoccupate (15 anni e più) con ‘certificati' di laurea e post laurea: se ne contano 307mila, in aumento del 32,3% su base annua. Un rialzo perfino superiore all'incremento medio dei disoccupati complessivi (+30,1%). Naturalmente l'aumento dei ‘dottori' alla ricerca di un lavoro e' anche spinto dalla crescita complessiva delle persone con il titolo di studio più alto.

Quindi l'aumento dei laureati tra i disoccupati dipende anche dal fatto che stanno crescendo nella popolazione attiva. Infatti, se si osservano i tassi di disoccupazione, ovvero il rapporto percentuale tra il numero di chi cerca un impiego e il totale delle forze lavoro, ai giovani con ‘passaporto' accademico va ancora meno peggio rispetto ai coetanei con titoli di studio inferiori.

368 CONDIVISIONI
Adesso esiste una mappa per trovare tutti monumenti fascisti in Italia
Adesso esiste una mappa per trovare tutti monumenti fascisti in Italia
Riccardo morto a 26 anni prima della finta laurea, la madre:
Riccardo morto a 26 anni prima della finta laurea, la madre: "Dovevamo ascoltarlo di più"
Riccardo morto a 26 anni prima della finta laurea, la madre: “Dovevamo ascoltarlo di più”
Riccardo morto a 26 anni prima della finta laurea, la madre: “Dovevamo ascoltarlo di più”
6.245 di Videonews
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni