Parte domani venerdì 7 maggio il piano di vaccinazione delle Isole minori in Italia con le prime somministrazioni all'isola di Capraia e alle Eolie. Lo ha reso noto il commissario straordinario all’emergenza covid, il Generale Francesco Paolo Figliuolo, al termine di un vertice in video conferenza a cui hanno partecipato l’Associazione Nazionale Comuni Isole Minori (ANCIM), i Sindaci dei Comuni insulari minori, vari ministri e il capo della Protezione civile Curcio. Si parte dunque da due perle , L’isola di Caprai in Toscana e Salina dell’arcipelago delle Eolie in Sicilia

Il piano vaccini delle isole minori

Della campagna vaccinale delle isole minore in realtà si parlava già da settimane e la pianificazione era stata avviata lo scorso 19 marzo, con la predisposizione di un piano prudenziale destinato a programmare misure d’intervento efficaci per aree isolate e le isole minori, difficili da raggiungere e dotate di presidi sanitari minimi. Attraverso periodici confronti con gli enti locali infine si è approntato il piano finale con l’obiettivo di arrivare ad avere anche in Italia isole Covid free entro la prossima stagione estiva in modo da rilanciare anche il turismo.  Il piano nazionale per Isole Isole infatti fa parte di una strategia più ampia che prevede anche l’introduzione del cosiddetto green pass per vaccinati e testati covid da metà maggio, preludio poi al pass a livello europeo che permetterà di nuovo a la circolazione di persone e turisti nell’Unione Europea con minore rischio. Come avverte il commissario straordinario figliolo però, l’applicazione effettiva del Piano vaccini per le Isole dipenderà molto dalla disponibilità di dosi sufficienti. La priorità nazionale infatti resta quella di mettere in sicurezza le persone anziane e quelle fragili.

In Sicilia si parte dalle Eolie poi Lampedusa

In Sicilia dopo Salina si passerà ad Alicudi, Filicudi, Stromboli, Vulcano, quindi Panarea e chiuderemo con Lipari che ha il maggior numero di residenti. “L'obiettivo è di fare in modo di avere le Eolie Covid free in quindici giorni” ha spiegato il commissario all’emergenza covid dell’Isola. A Lampedusa e Linosa si comincerà invece sabato prossimo. Verranno vaccinati tutti i cittadini, dai 18 anni in su senza nessuna distinzione.

Per le Isole si punta sul vaccino monodose Johnson & Johnson

Per vaccinare l’intera popolazione adulta sulle Isole minori si punta molto sul vaccino a singola dose di Johnson & Johnson per arrivare a vaccinare tutti i cittadini nel più breve tempo possibile. “Il programma vaccinale per le isole minori si avvarrà di un efficace dispositivo logistico-operativo e si concentrerà sulla vaccinazione di massa delle singole isole, per ridurre il numero di viaggi necessari al trasferimento dei vaccini e degli assetti sanitari per la somministrazione” spiegano infatti dalla struttura commissariale nazionale.

Figliuolo: "Possibile estendere campagna anche a paesini di montagna"

Per lo stesso motivo “un approccio simile potrebbe essere ulteriormente applicato a beneficio di alcune realtà isolate degli Appennini, delle Alpi o di altre aree interne, rese maggiormente isolate a causa della rete viaria” spiega Figliuolo. Escluse invece le isole in cui sono presenti presidi sanitari maggiori e che sono agevolmente collegate con la terraferma.