Momenti di paura nel primo pomeriggio di oggi, venerdì 4 ottobre, all’Isola del Giglio, nella provincia di Grosseto in Toscana, quando si sono uditi due colpi di arma da fuoco nei pressi del Molo Verde. Colpito dai proiettili un cane, che non è sopravvissuto agli spari. A sparare – secondo le prime informazioni riportate dai quotidiani locali – è stato un carabiniere. Il cane è stato ucciso con la pistola d’ordinanza del militare, che ha sparato a distanza ravvicinata. L’esatta dinamica dell’accaduto è ancora da chiarire ma, stando a quanto emerso finora, due carabinieri stavano raggiungendo la motovedetta ormeggiata al molo verde quando il cane, senza guinzaglio, avrebbe iniziato a correre verso di loro abbaiando.

Il cane ucciso dai colpi del carabiniere – L’animale si è avvicinato ai militari e avrebbe morso a un polpaccio uno dei carabinieri che a quel punto, terrorizzato, avrebbe preso la sua arma e avrebbe sparato due colpi. Il tutto sarebbe avvenuto davanti agli ultimi turisti che ancora non hanno lasciato l'isola del Giglio. Sul posto, secondo quanto scrive Il Tirreno, è intervenuta subito una veterinaria, ma per il cane – un meticcio – non c’è stato nulla da fare.