3.987 CONDIVISIONI
7 Novembre 2021
09:00

Insulti e calci al giornalista di Fanpage al corteo no green pass di Milano: “Sei una mer*a”

“Sei una merda. Venduti. Togli sta ca**o di telecamera”. E poi calci, botte. Aggressione nei confronti dei giornalisti di Fanpage.it ieri da parte di alcuni no green pass al sedicesimo corteo di fila organizzato a Milano. I momenti di tensione sono nati prima ancora della partenza della manifestazione, in piazza Fontana, per poi proseguire nelle vie della città.
A cura di Filippo M. Capra
3.987 CONDIVISIONI

Spinte, insulti, intimidazioni. I manifestanti del corteo no green pass di ieri a Milano, che hanno invaso le vie della città senza alcun'autorizzazione e alcun percorso stabilito, si sono scagliati contro i giornalisti di Fanpage.it presenti sul posto per documentare l'ennesimo sabato – il sedicesimo di fila – di agitazione. Preso di mira Saverio Tommasi, che già nella "sua" Firenze, di recente, era stato vittima di offese e minacce in occasione di un altro corteo simile.

Insulti e spinte a un giornalista di Fanpage.it. Sei una merda

Le prime tensioni sono nate subito, in piazza Fontana, luogo di ritrovo del corteo. Dalla ricerca di un "testa a testa", a "giornalista terrorista", urlato a un palmo dalla faccia, rigorosamente senza mascherina. Poi le offese personali, "sei una merda", alla cui frase il giornalista ha risposto chiedendo perché, senza ricevere ulteriore risposta. Ma è nei pressi di piazza Duomo che un uomo, accortosi dell'operatore che stava riprendendo il corteo in movimento, ha cercato di strappargli di mano la videocamera. Prontamente allontanato, ha cominciato a gridare "venduti, venduti", in direzione dei cronisti di Fanpage.it, prima di intimare di "togliere la videocamera".

Ne sono nati ulteriori spintoni fino all'arrivo di un altro manifestante che, riportata una calma quantomeno apparente, si è avvicinato a Saverio Tommasi dicendogli al megafono che non doveva esagerare. C'è stata poi una manifestante che ha esclamato: "Basta, non passate più, non vi vogliono. Siete qua per mettere zizzania, meglio di no". E infatti, i manifestanti hanno continuato a far capire che Fanpage.it non era la benvenuta, con calci e botte ai cronisti, rigorosamente date di nascosto, da lontano. Uno di loro però è stato visto e gli agenti della Digos l'hanno allontanato dal corteo per identificarlo.

Trecento no green pass denunciati

Il sedicesimo sabato di fila di protesta si è svolto con il tentativo da parte del corteo di variare il percorso a seconda delle prerogative dei manifestanti. Arrivati in corso XXII Marzo, parte del serpentone ha preso via Spartaco tra le auto che correvano. Lì hanno però notato i poliziotti, così hanno deciso di tornare sui propri passi ma sono stati chiusi dalle squadra delle forze dell'ordine che li hanno identificati uno ad uno. Sessanta di loro sono state denunciate, dieci portate in Questura e due hanno ricevuto il foglio di via per un anno. In totale, le forze dell'ordine hanno denunciato trecento partecipanti al corteo no green pass di ieri.

3.987 CONDIVISIONI
Partito il corteo dei no green pass a Milano: cori e striscioni no vax
Partito il corteo dei no green pass a Milano: cori e striscioni no vax
Giornalista de Il Piccolo preso a testate durante la manifestazione No Green pass a Trieste
Giornalista de Il Piccolo preso a testate durante la manifestazione No Green pass a Trieste
Corteo No green Pass a Milano, in migliaia in Piazza Duomo
Corteo No green Pass a Milano, in migliaia in Piazza Duomo
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni