Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Focolaio di Covid all'interno di una casa di riposo casa di riposo in provincia di Pordenone, in Friuli, dove sono cinque gli operatori sanitari positivi al virus, mentre due i pazienti, uno dei quali è deceduto. Il caso, come riportato da Il Gazzettino, è scoppiato nelle scorse settimane quando a risultare positiva al Coronavirus è stata una infermiera che aveva rifiutato il vaccino.

Il paziente deceduto per altri motivi

L'operatrice al momento si trova in quarantena, ma dopo il suo caso sono iniziati i tamponi a tappeto all'interno della struttura per anziani dove sono stati sette i casi in totale individuati, tra i quali cinque dipendenti della struttura e due anziani. Uno degli ospiti è deceduto nei giorni scorsi in ospedale, ma per motivi diversi dal Covid, mentre l'altro paziente al momento risulta asintomatico.

La struttura in quarantena fino al 20 aprile

Per quanto riguarda il personale sanitario della struttura invece, i positivi sono quattro infermieri e un operatore socio sanitario: alcuni sono asintomatici mentre altri presentano sintomi lievi che non necessitano del ricovero in ospedale. Tutti i positivi non avevano ancora ricevuto la prima dose del vaccino, non perché lo avessero rifiutato ma per le dosi in attesa. Stando a quanto si apprende, la struttura per anziani è al momento in quarantena e fino almeno al 20 aprile non sono previste ammissioni di nuovi pazienti né dimissioni di quelli stabilizzati. Nei prossimi giorni i pazienti e il personale verranno sottoposti ai tamponi per continuare lo screening necessario a isolare eventuali altri casi positivi. Nel caso di negatività di tutti l’hospice potrà riaprire il giorno successivo.