Una protesta per chiedere la fine della violenza sulle bambine in India (Gettyimages)
in foto: Una protesta per chiedere la fine della violenza sulle bambine in India (Gettyimages)

Orrore in  India, nella regione dello Uttar Pradesh, dove quattro ragazzi invidiosi di una cugina molto brava a scuola hanno sedato la giovane per poi violentarla ripetutamente. Alla gang di giovani si è unito uno degli insegnanti della ragazzina: gli abusi sono stati commessi nel campus scolastico che la piccola frequentava e tutti i responsabili sono accusati non solo di aver commesso le violenze sessuali, ma anche di aver girato dei video fatti poi circolare in rete e sui gruppi WhatsApp. La vittima degli abusi ha 16 anni e sabato scorso si è recata al commissariato di polizia per sporgere denuncia nei confronti dei suoi aguzzini: solo uno è stato arrestato, mentre gli altri quattro si sono dati alla fuga.

Il sovrintendente di polizia Madhuvan Kumar Singh ha spiegato la dinamica dello stupro: "Dopo aver sedato la ragazza, i giovani e il loro insegnante si sono alternati per violentarla mentre uno di loro ha filmato l'atto su un telefono cellulare". Nella sua denuncia la vittima ha raccontato di essere stata violentata per invidia: i suoi quattro cugini, infatti, non sopportavano che lei eccellesse negli studi mentre loro collezionavano fallimenti su fallimenti, tra bocciature e brutti voti.

Così venerdì scorso i quattro hanno invitato la cugina a pranzare insieme nella mensa della scuola: nel suo cibo hanno messo un potente sedativo e, dopo aver atteso che facesse effetto, hanno commesso gli abusi.