6.119 CONDIVISIONI
Omicidio Giulia Cecchettin

Gino Cecchettin scrive ai colleghi: “Avete consolato un cuore spezzato, ora una pausa dal lavoro”

L’annuncio in un post su Linkedin. Gino Cecchettin è fondatore e amministratore delegato di 4neXt, un’azienda che fornisce prodotti e soluzioni tecnologiche nell’ambito dell’automazione.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Biagio Chiariello
6.119 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Omicidio Giulia Cecchettin

"Ai miei clienti, fornitori, amici e colleghi, è con grande dolore che condivido con voi un momento di pausa dal mio lavoro, profondamente segnato dalla recente perdita di mia figlia Giulia. Questo periodo di lutto e riflessione è e sarà un momento difficile, ma anche un'occasione per riflettere sull'importanza delle relazioni positive e del sostegno reciproco". Con queste parole Gino Cecchettin, papà di Giulia – la 22enne veneta uccisa dell'ex fidanzato Filippo Turetta – annuncia ai colleghi, tramite un post Linkedin, la sua "pausa" dal lavoro. Lo fa nello stesso giorno dei funerali della figlia.

L'uomo è fondatore e amministratore delegato di 4neXt, un'azienda che fornisce prodotti e soluzioni tecnologiche a tutte le società che operano nell’ambito dell’automazione. In particolare vende prodotti per la gestione dei dati.

In questi giorni bui, prosegue il post, ho sperimentato il valore incommensurabile di coloro che offrono un sostegno sincero, una spalla su cui piangere e parole gentili che possono consolare un cuore spezzato. La solidarietà che ho ricevuto da amici, familiari e colleghi è stata di fondamentale supporto. Permettetemi di testimoniare l'importanza di prenderci una pausa quando la vita ci mette alla prova in modi inimmaginabili".

Cecchettin non esclude un coinvolgimento nel mondo sociale dopo la scomparsa della giovane figlia, a cui ha dedicato una commovente lettera. "Sto anche riflettendo – scrive sempre su Linkedin – su un nuovo impegno civico che accompagnerà i miei viaggi. Desidero incanalare il dolore in azioni positive, che possano aiutare chi si trova nelle stesse situazioni di Giulia".

"Vi ringrazio per il vostro sostegno, chiosa il papà di Giulia, e vi chiedo gentilmente di rispettare il mio bisogno di prendermi questa pausa per elaborare il lutto e ricominciare con rinnovato impegno".

6.119 CONDIVISIONI
229 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views