24 Dicembre 2021
18:35

Il naufragio di Natale: 88 migranti in acqua, rischiano di annegare. Erano diretti in Italia

Ottantotto migranti sono naufragati al largo di Atene. Erano partiti dalla Turchia e volevano raggiungere l’Italia. Alarm Phone: “Sono tutti in mare, salvateli”.
A cura di Davide Falcioni
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Ottantotto persone sono in queste ore in difficoltà nel Mar Egeo, al largo della costa di Atene. A renderlo noto con un tweet è l'ONG Alarm Phone: "Siamo stati allertati per l'ennesimo naufragio di una barca in viaggio dalla Turchia verso l'Italia. L'acqua sta entrando nella barca e ci sono già persone in acqua! La Guardia Costiera greca è stata informata, li esortiamo a intervenire subito".

Successivamente la stessa Alarm Phone ha riferito che tutti gli 88 migranti sono in acqua. "Il loro salvataggio è urgente prima che anneghino tutti".

Sbarcati in Sicilia 214 migranti a bordo della nave Sea Eye: altri 572 in attesa al largo

In Italia nel frattempo sono terminate le operazioni di sbarco – al porto di Pozzallo (Ragusa) – dei 214 migranti della nave Sea Eye 4, tratti in salvo nel corso di cinque operazioni di soccorso condotte tra il 16 e il 17 dicembre. Tra loro ci sono 29 donne, sette delle quali incinta, e otto minori. Il risultato dei tamponi effettuati ha dato per tutti esito negativo. Sette richiedenti asilo sono stati trasferiti all'ospedale di Modica: tre in stato di gravidanza, uno con sospetta Tbc, due con sospette fratture e un soggetto affetto da scabbia. Altre due donne incinte hanno raggiunto l'ospedale di Vittoria. I minori e le donne in gravidanza saranno destinati all'hotspot o nei centri di accoglienza, i rimanenti andranno sulla nave quarantena Azzurra. Sarà invece molto probabilmente un Natale molto diverso quello che vivranno 572 migranti che tuttora si trovano a bordo dell’Ocean Viking e della Geo Barents (MSF), entrambe ormeggiate al largo dalle coste siciliane. I richiedenti asilo erano stati soccorsi dagli equipaggi delle due navi umanitarie, in alcuni casi anche una settimana fa. Sulla nave di MSF, in particolare, ci sono 458 passeggeri.

154 migranti arrivati in Salento con un veliero

Hanno invece toccato fortunatamente terra in Salento 154 migranti arrivati a bordo di un veliero, che questa mattina è stato intercettato da unità navali della Guardia di Finanza al largo del Capo di Leuca. Si tratta di 92 uomini, 19 donne e 43 minorenni tra cui molti bambini. Due delle donne sono in avanzato stato di gravidanza. I migranti provengono da Pakistan, Somalia, Siria, Afghanistan e Turchia. C'è anche chi arriva dall'Armenia e dal Nepal. L'imbarcazione è stata fatta attraccare nel porto di Santa Maria di Leuca, dove i richiedenti asilo sono stati accolti dai volontari della Croce Rossa Italiana e della Caritas. Affidati alle cure dei sanitari, sono poi stati trasferiti nei centri di accoglienza Don Tonino Bello di Otranto e nella Masseria Ghermi a Lecce.

Lavrov: "Italia in prima fila contro la Russia". Guerra nucleare? "Mai sottovalutare il rischio"
Lavrov: "Italia in prima fila contro la Russia". Guerra nucleare? "Mai sottovalutare il rischio"
Diluvio nel foggiano, strade allagate e automobili sommerse
Diluvio nel foggiano, strade allagate e automobili sommerse
5.835 di antoizzo86
Don Mattia, minacciato per essersi opposto alla mafia libica: "Preoccupante che Italia firmi accordi su migranti"
Don Mattia, minacciato per essersi opposto alla mafia libica: "Preoccupante che Italia firmi accordi su migranti"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni