2.291 CONDIVISIONI
15 Luglio 2021
16:40

Firenze, 17enne che si era rivolto all’avvocato contro i genitori no-vax potrà vaccinarsi contro il Covid

Il 17enne che aveva chiesto l’assistenza di un avvocato per conseguire il vaccino anti-Covid contro il volere della famiglia potrà prenotarsi per la prima dose. I familiari dell’adolescente hanno firmato la liberatoria. “Il ragazzo potrà venire nel mio studio e prenotare con me la sua prima dose” ha annunciato il legale Gianni Baldini.
A cura di Gabriella Mazzeo
2.291 CONDIVISIONI

Il 17enne che si era rivolto a un avvocato per poter ricevere il vaccino anti-Covid nonostante il parere contrario dei genitori potrà procedere con l'inoculazione della prima dose. Lo ha annunciato il legale Gianni Baldini che ha assistito l'adolescente. "Il padre e la madre hanno firmato la liberatoria. Il ragazzo oggi verrà in studio da me e potremo prenotare insieme il suo vaccino". Col documento firmato da entrambi i genitori, il 17enne potrà conseguire le due dosi di siero anti-Covid come da sua volontà. Con la liberatoria, però, i familiari hanno declinato ogni responsabilità per eventuali effetti collaterali provocati dalla somministrazione.

In un primo momento, quando il 17enne aveva chiesto di poter ricevere il siero anti-Covid, si erano fortemente opposti. L'adolescente, allora, si era rivolto a un avvocato per far valere le sue ragioni: da minorenne non avrebbe potuto conseguire il trattamento sanitario senza il benestare dei familiari. Anche davanti a questa decisione, i genitori avevano opposto resistenza mostrandosi contrari al dialogo per trovare un punto di incontro. Avrebbero cambiato idea solo quando il figlio ha manifestato l'intenzione di avviare un confronto davanti al tribunale di Firenze. "Da un mese a questa parte – ha spiegato l'avvocato Baldini – sono circa 27 i minori toscani che si sono rivolti all'Associazione matrimonialisti di cui sono presidente. Tutti hanno chiesto aiuto per potersi vaccinare nonostante il parere contrario dei genitori. Diciassette di queste chiamate si sono trasformate in interventi e solo 7 si sono risolti con la firma della liberatoria e il conseguente accordo sulle due dosi di siero anti-Covid".

In questi casi molte pronunce di legittimità nel nostro ordinamento hanno dato peso alla volontà dei "grandi minori", ossia i ragazzi prossimi alla maggiore età e over 12. La legislazione tutela e riconosce i diritti ai minori anche prima della fascia d'età vicina ai 18 anni. Esiste un diritto di ascolto del ragazzo per le procedure che lo riguardano previsto dagli articoli 315-bis e 336-bis del Codice Civile.

2.291 CONDIVISIONI
No vax muore per covid in terapia intensiva ad Ancona, i parenti non volevano farlo intubare
No vax muore per covid in terapia intensiva ad Ancona, i parenti non volevano farlo intubare
Morta di Covid la leader no vax Veronica Wolski, la 64enne voleva farsi curare con l’ivermectina
Morta di Covid la leader no vax Veronica Wolski, la 64enne voleva farsi curare con l’ivermectina
938 di Videonews
Il primario che cura i no vax: "Non si pentono, pensano di evitare il vaccino con la malattia"
Il primario che cura i no vax: "Non si pentono, pensano di evitare il vaccino con la malattia"
2.552 di Videonews
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni