Estrazioni Lotto Superenalotto oggi

Estrazioni del Lotto in ritardo,  nei prossimi giorni a causa delle norme covid le estrazioni si concluderanno alle 21:40 circa. A comunicarlo è stata la stessa concessionaria esclusiva dello Stato italiano per la gestione del gioco del Lotto nel nostro Paese, Lottomatica. In molti in effetti si sono chiesti il perché delle estrazioni del Lotto in ritardo durante la serata, la risposta è da cercare nelle nuove norme in materia di contenimento del contagio da coronavirus varate dal governo che hanno imposto il limite agli spostamenti anche ai funzionari dei Monopoli incaricati dei controlli sulle estrazioni.

Tutte le estrazioni del Lotto nella sede di Roma

Per evitare gli spostamenti tra le tre sedi estrazionali del Lotto di Milano, Napoli e Roma, infatti, è stato deciso di eseguire tutte le estrazioni in un’unica sede, quella della Capitale. Così è stato fatto già dal concorso di martedì 17 novembre 2020 e così sarà anche nei prossimi giorni fino a nuova comunicazione da parte dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. “A seguito delle disposizioni contenute nel DPCM del 3/11/2020 e al fine di limitare gli spostamenti dei funzionari, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha disposto lo spostamento delle attività di estrazione del Gioco del Lotto delle sedi di Milano e Napoli presso la sede estrazionale di Roma” ha spiegato Lottomatica, aggiungendo: “Pertanto, a partire dal concorso di martedì 17 novembre 2020, tutte le ruote del Gioco del Lotto verranno estratte nella sede di Roma e, di conseguenza, le estrazioni si concluderanno alle 21:40 circa”.

Estrazioni Lotto in ritardo, non avvengono più in contemporanea

Una scelta che di fatto ha rallentato il flusso dei numeri del Lotto visto che le macchine estrattrici sono sempre le stesse e devono essere ricaricare con le sfere recanti i numeri dall'1 al 90 di volta in volta. Le estrazioni non avvengono più in contemporanea ma ogni ruota segue quella precedente. Inoltre si procede in tre momenti diversi: uno per quelle del nord (Genova, Milano, Torino e Venezia), uno per quelle del sud (Bari, Napoli e Palermo) e una per quelle del centro (Cagliari, Firenze, Roma e ruota nazionale). Al termine di ogni passaggio le macchine estrattrice vengono ricaricate.