125 CONDIVISIONI
Ultime notizie sulla scomparsa di Denise Pipitone
2 Luglio 2021
11:20

Denise, nuova testimone: “Ero nell’hotel di Anna Corona, ho sentito dire: Proprio qui dovevi portarla?”

Continuano le indagini sulla scomparsa di Denise Pipitone. Stando a quanto riferito da fonti investigative a Fanpage.it, il fascicolo d’inchiesta per cui si procede sarebbe lo stesso di 17 anni fa. Tra le testimonianze al vaglio degli inquirenti, quella di una turista romana che avrebbe raccontato alla Procura di Marsala dopo 17 anni di essere scesa alla reception dell’Hotel Ruggero II, dove alloggiava e dove lavorava Anna Corona, il primo settembre 2004, giorno della sparizione della bimba, per chiedere un asciugamano e di aver notato qualcosa di strano: “Ho sentito qualcuno dire: Proprio qui dovevi portarla?”.
A cura di Ida Artiaco
125 CONDIVISIONI
Anna Corona (a sinistra)
Anna Corona (a sinistra)
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Ultime notizie sulla scomparsa di Denise Pipitone

Continuano le indagini sulla scomparsa di Denise Pipitone, la bimba di Mazara del Vallo, in provincia di Trapani, di cui si sono perse le tracce dal primo settembre del 2004. Stando a quanto riferito da fonti investigative a Fanpage.it, il fascicolo d’inchiesta per cui si procede sarebbe lo stesso di 17 anni fa. Pertanto, sarebbero state rivalutate, anche sulla scorta di vecchie intercettazioni, le posizioni di più persone già sentite all’epoca dei fatti. Alcune di queste persone sono state solo ascoltate. Il condizionale è d'obbligo dal momento che la Procura di Marsala ha scelto la strada del silenzio dopo la fuga di notizie che vedrebbe indagati Giuseppe della Chiave e Anna Corona, ex moglie di Pietro Pulizzi, papà biologico di Denise, e mamma di Jessica, così come comunicato dalla trasmissione di Rete 4 Quarto Grado. Ciò che è quasi certo è che si procede sempre per il reato di sequestro di persona, per cui Jessica Pulizzi non risulterebbe al momento attenzionata: essendo stata assolta in via definitiva per quel tipo di reato, non è possibile procedere nuovamente nei confronti della Pulizzi per lo stesso.

Come aveva spiegato la criminologa Anna Vagli a Fanpage.it, "negli ultimi giorni gli inquirenti si siano concentrati sull’Hotel Ruggero II, dove all’epoca dei fatti lavorava Anna Corona. In particolare, avrebbero compiuto delle ispezioni sulle vie d’uscita della struttura ricettiva". Tra le testimonianze raccolte ultimamente dalla Procura di Marsala, ci sarebbe pertanto anche quella di una turista romana, che avrebbe raccontato dopo 17 anni di essere scesa alla reception dell'albergo, dove alloggiava insieme alla famiglia, il primo settembre 2004, giorno della scomparsa di Denise, per chiedere un asciugamano e di aver notato qualcosa di strano. In quel momento avrebbe visto poi dietro la tenda della reception una bambina che sarebbe, a suo dire, proprio Denise e avrebbe sentito pronunciare la frase: "Proprio qui dovevi portarla?". Ma mancano conferme e il su racconto è al momento al vaglio degli inquirenti.

Denise Pipitone
Denise Pipitone

"Sicuramente la notizia di questo super testimone ha acceso un nuovo faro sull’inchiesta – ha spiegato la criminologa Vagli -. Si tratterebbe di una persona, una donna sempre secondo indiscrezioni, estranea alle indagini, che avrebbe soggiornato all’hotel Ruggero II con la famiglia alcuni giorni nel settembre del 2004, compreso il giorno della scomparsa di Denise. Da quello che emerge dalle indiscrezioni, però, mancherebbero riscontri certi di quel soggiorno. Non ne sarebbero infatti state conservate ricevute o fatture e non emergerebbero né riscontri dal registro delle presenze dell’albergo né dalle comunicazioni che da procedura devono farsi alla polizia. Mancherebbero riscontri anche sulle carte di credito, dal momento che le banche conservano le rendicontazioni solo per 10 anni. L’assenza di tali rispondenze potrebbe astrattamente portare i pm ad ipotizzare nei confronti del testimone il reato di false dichiarazioni, proprio come accaduto nei confronti della Dott.ssa Maria Angioni. Non è poi trascurabile la spinosità di una testimonianza così tardiva. Difatti, le dichiarazioni del teste dovrebbero essere in grado di far combaciare non soltanto la presenza della bambina all’interno dell’hotel il 1 settembre del 2004 ma anche quella presenza con gli orari di entrata e di uscita dall’hotel di Anna Corona e delle sue figlie".

125 CONDIVISIONI
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni