690 CONDIVISIONI
Delitto di Avetrana: l'omicidio di Sarah Scazzi
26 Febbraio 2015
16:33

Delitto Scazzi, Sabrina Misseri telefona al padre Michele: “Perchè l’hai fatto?”

“Tu non hai fatto mai niente di male, perché quel momento? Che ti è successo?” Così Sabrina Misseri prima dell’arresto del padre. Una intercettazione che sarà letta domani nell’udienza in Corte d’appello d’assise per il delitto di Sarah.
A cura di Biagio Chiariello
690 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Delitto di Avetrana: l'omicidio di Sarah Scazzi

Una telefonata di una manciata di secondi. Eppure densa di significato: “Però papà perché lo hai fatto? Io non me lo so spiegare! Tu non hai fatto mai niente di male, perché quel momento? Che ti è successo?”. Il tutto nel dialetto di Avetrana, il comune tristemente noto per il delitto di Sarah Scazzi. A parlare sono Sabrina Misseri e suo padre Michele. E’ il 7 ottobre 2010, giorno dell’arresto dello zio della ragazzina ammazzata il 26 agosto di cinque anni fa nel comune tarantino. Una telefonata che, insieme alle dichiarazioni di Cosima Misseri, sarà al centro dell’udienza di venerdì 27 febbraio. Le due donne, che tuttora si trovano in carcere, in primo grado sono state condannate all’ergastolo ma non hanno mai ammesso le loro responsabilità nell’omicidio. Per concorso in soppressione di cadavere il marito di Cosima e padre di Sabrina, l’agricoltore Michele Misseri, è stato condannato in primo grado ad otto anni di reclusione.

Pubblicata anche un’altra intercettazione nella quale la ragazza parla con sua zia Concetta Serrano Spagnolo, mamma di Sarah e con l’avvocato Valter Biscotti. Con loro si mostra incredula per quanto sta accadendo in quelle ore e chiede se è vero che il padre è accusato di avere ucciso Sarah. Telefonate, trascritte grazie alla perizia del tecnico Francesco Abbinante, che appaiono come un’arma a favore della difesa di Sabrina nel processo d’Appello per il delitto di Avetrana, per quanto l’accusa potrebbe puntare sul fatto che la giovane fosse consapevole di essere sotto controllo telefonico già nei primissimi momenti successivi all’omicidio.

690 CONDIVISIONI
Valentina Misseri: "È stato mio padre a uccidere Sarah Scazzi, questo è un clamoroso errore giudiziario"
Valentina Misseri: "È stato mio padre a uccidere Sarah Scazzi, questo è un clamoroso errore giudiziario"
La gelosia di Sabrina, il matrimonio di Cosima: perché la famiglia Misseri ha ucciso Sarah Scazzi
La gelosia di Sabrina, il matrimonio di Cosima: perché la famiglia Misseri ha ucciso Sarah Scazzi
Chi ha ucciso Sarah Scazzi? La vera storia del delitto di Avetrana
Chi ha ucciso Sarah Scazzi? La vera storia del delitto di Avetrana
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni