5.927 CONDIVISIONI
Delitto di Avetrana: l'omicidio di Sarah Scazzi
20 Aprile 2013
14:19

Delitto Scazzi: ergastolo per Sabrina e Cosima, 8 anni per Michele Misseri (VIDEO)

E’ dunque arrivata l’attesissima sentenza sul delitto Scazzi. Carcere a vita per Sabrina Misseri e Cosima Serrano, le due principali e finora uniche indiziate per l’omicidio. 8 anni per “Zio Michele”.
A cura di Biagio Chiariello
5.927 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Delitto di Avetrana: l'omicidio di Sarah Scazzi

Il Presidente della Corte d’assise di Taranto, Cesarina Trunfio, affiancata dal giudice a latere Fulvia Misserini e i sei giudici popolari, ha appena letto la sentenza per il processo di primo grado per l’omicidio di Sarah Scazzi, la 15 enne strangolata e gettata in un pozzo ad Avetrana il 26 agosto del 2010. Sabrina Misseri e Cosima Serrano, le due principali e finora uniche indiziate per l’omicidio, sono condannate all'ergastolo. Le donne rispondono di omicidio, sequestro di persona e concorso in soppressione di cadavere. Michele Misseri, marito di Cosima e padre di Sabrina, che inizialmente si accusò del delitto facendo ritrovare i resti di Sarah per poi accusare la figlia e successivamente ritrattare addossandosi tutte le responsabilità, è stato condannato a 8 anni per concorso nella soppressione del cadavere della nipote  per furto aggravato del telefonino della vittima. L'accusa ne aveva chiesti nove.

Un applauso è partito dal pubblico alla lettura della pena dell'ergastolo per le due imputate. La presidente della Corte è stata costretta ad interrompere per un attimo la lettura della sentenza e a richiamare tutti all'ordine, per poi proseguire. Per Sabrina e Cosima è stato inoltre disposto l'isolamento diurno di 6 mesi in carcere. Condannati anche il fratello del contadino di Avetrana, Carmine Misseri, e il nipote Cosimo Cosma: 6 anni di carcere, per loro erano stati chiesti otto anni.

A tradire maggiormente il peso dell'attesa in questi giorni era stata Sabrina. “La notte continuo ad avere degli incubi e non trovo pace. Questa detenzione è come se fosse un sequestro di persona” ha detto la ragazza (in carcere da due anni e mezzo) nell'ultimo colloquio avuto con il suo avvocato, poi riferito ai giornali. Sabrina rimane ferma sulla sua posizione "Non ho ucciso Sarah, le volevo bene": ripete. "Mi fa impazzire pensare che la gente mi creda un'assassina". Dall'altra parte c'è Concetta Serrano, madre di Sarah: "Mi attendo una sentenza inflessibile": aveva detto lunedì la donna, lasciando l'aula ‘Alessandrini' del Palazzo di giustizia tarantino.


5.927 CONDIVISIONI
Valentina Misseri: "È stato mio padre a uccidere Sarah Scazzi, questo è un clamoroso errore giudiziario"
Valentina Misseri: "È stato mio padre a uccidere Sarah Scazzi, questo è un clamoroso errore giudiziario"
La gelosia di Sabrina, il matrimonio di Cosima: perché la famiglia Misseri ha ucciso Sarah Scazzi
La gelosia di Sabrina, il matrimonio di Cosima: perché la famiglia Misseri ha ucciso Sarah Scazzi
Chi ha ucciso Sarah Scazzi? La vera storia del delitto di Avetrana
Chi ha ucciso Sarah Scazzi? La vera storia del delitto di Avetrana
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni