Prosegue la campagna di vaccinazione in Italia, con il ritmo che si sta alzando progressivamente, giorno dopo giorno. Somministrare le dosi di vaccino anticovid alla popolazione è "la priorità del Paese", ha scritto ieri Roberto Speranza sui suoi social. Il ministro della Salute ha anche aggiunto che siamo arrivati a 250mila iniezioni al giorno, ribadendo che, però, l'obiettivo del governo è raddoppiare questa cifra. Le prossime settimane saranno decisive, con l'arrivo di tre milioni di dosi di vaccino contro il Covid e la possibilità di accelerare veramente, così come viene chiesto da ogni fronte. Per arrivare al famoso mezzo milione di vaccinati al giorno.

Nel frattempo la campagna di vaccinazione prosegue, e la quota di cittadini immunizzati al Covid-19 aumenta progressivamente. I dati, pubblicati sul sito internet di Palazzo Chigi e aggiornati quotidianamente, rilevano che la quota di cittadini che hanno ricevuto entrambe le dosi del vaccino, e quindi immuni al virus, sono 2.929.678. Si tratta di un numero ancora basso se si considera il totale della popolazione italiana. Mentre le dosi somministrate in generale, tra prime e seconde, sono state 9.258.640. Il totale delle dosi consegnate è di 10.968.780, perciò, ad oggi, ne sono state utilizzate, a livello nazionale, l'84,4%. La maggior parte delle somministrazioni sono state effettuate su over 80 e personale sanitario, in entrambi i casi con quasi tre milioni di iniezioni.

A livello regionale ci sono molte differenze: dal numero di vaccini ricevuti a quanti ne sono stati poi effettivamente fatti, dalle categorie che hanno ricevuto il vaccino alle fasce d'età privilegiate. Il Molise è secondo, dietro alla Provincia autonoma di Bolzano, nella percentuale di somministrazione dei vaccini rispetto a quelli ricevuti: ha utilizzato l'88,6% delle dosi. Ma, in Molise, ne sono arrivate poco più di 65mila. Differente il discorso, ad esempio, in Lombardia, dove sono arrivate 1,7 milioni di dosi di vaccino anticovid e ne sono state somministrate l'83,4%. Male la Calabria: è l'ultima Regione d'Italia per dosi iniettate rispetto a quelle che le sono state consegnate, con il 75,9%. Seguono la Sardegna con il 77% e la Liguria con il 77,1%.