413 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
6 Aprile 2022
21:19

Guerra Ucraina, cosa intendono i russi per “liberazione del Donbass” e cosa manca per parlare di missione compiuta

Le truppe russe si stanno concentrando sulle zone orientali dell’Ucraina e puntano alla “completa liberazione” del Donbass. Intanto a Mariupol l’esercito ucraino continua a resistere nel centro della città.
A cura di Davide Falcioni
413 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Invasione dell'Ucraina, giorno 42. Il ritiro delle truppe russe dalla regione di Kiev è ormai stato ultimato, con il suo strascico di orrori come quelli commessi a Bucha sui quali l'ONU ha deciso di aprire un'inchiesta. Secondo l'Institute for the Study of War, che fin dall'inizio monitora l'andamento del conflitto e la disposizione delle truppe sul territorio, è al momento "improbabile che le unità russe in ritirata intorno a Kiev ritrovino l'efficacia nel combattimento per qualche tempo" e sempre secondo gli osservatori non è chiaro se i soldati russi verranno presto reimpiegati in altre aree del Paese. Nel frattempo le forze armate ucraine hanno riconquistato vaste aree intorno alla capitale. Le immagini di molte delle città liberate a ovest di Kiev mostrano la distruzione di centinaia di vite umane ed edifici.

A questo punto come si riorganizzeranno le truppe russe? Il Cremlino ha fatto sapere che la guerra potrebbe durare ancora a lungo e che le operazioni si concentreranno sulla "completa liberazione" del Donbass, in particolar modo sulle regioni orientali di Donetsk e Luhansk, dove i separatisti sostenuti da Mosca detenevano una porzione significativa del territorio anche prima dell'invasione russa. Secondo l'Institute for the Study of War le truppe russe avrebbero concentrato i raid aerei e di artiglieria intorno a Rubizhne, e nei prossimi giorni punterebbero ad avanzare da Izyum e circondare le forze ucraine a est.

Per quanto riguarda il sud del Paese dopo aver conquistato porzioni di territorio, con l'obiettivo principale di creare un corridoio terrestre con la Crimea, annessa nel 2014, i russi si sono si sono concentrati sulla città portuale di Mariupol: qui, nonostante settimane di combattimenti, gli ucraini mantengono il controllo del centro; secondo molti analisti, tuttavia, gli scarsi approvvigionamenti di cibo e armi potrebbe determinare la caduta definitiva della città nel volgere di qualche giorno.

413 CONDIVISIONI
2698 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni