I voli privati in partenza dalla Cina e diretti in Italia potranno atterrare solo nei cosiddetti “scali sanitari”, gli aeroporti predisposti per i controlli sanitari sui passeggeri in arrivo. È l’ultima misura precauzione disposta dal nostro Ministero della Salute in chiave di contrasto alla possibile diffusione del Coronavirus anche nel nostro Paese. Da questo momento i voli charter in arrivo in Italia con persone provenienti dalla Cina "atterreranno negli scali sanitari" ha comunicato infatti oggi il Ministero al termine dell’incontro della task-force Coronavirus avvenuto questa mattina a Roma per fare il punto della situazione sui meccanismi di prevenzione messi in campo in Italia.

Gli scali sanitari individuati dal Ministero sono quelli di Roma Fiumicino e Milano Malpensa. Al momento è stato deciso di convogliare verso l'aeroporto sanitario di Roma Fiumicino gli eventuali voli privati in arrivo dalla Cina destinati allo scalo di Ciampino e si sta procedendo per estendere la stessa misura agli altri aeroporti italiani e consentire l'atterraggio dei voli dalla Cina solo a Roma Fiumicino e Milano Malpensa. Contemporaneamente è stata potenziata la presenza di personale sanitario nei due scali con la convocazione di medici e infermieri che, dopo un breve formazione, andranno a supporto del personale già in campo negli aeroporti interessati.

Diverse le misure già predisposte dalla stessa task force tra cui il numero gratuito 1500 per ricevere informazioni e segnalare casi sospetti. "Tutti i passeggeri dei voli provenienti dalla Cina sono sottoposti a controlli sanitari durante il viaggio e vi è un controllo allo sbarco negli aeroporti di Fiumicino e Malpensa, in particolare con degli scanner termografici", ha spiegato il ministro della salute Roberto Speranza, precisando che "ove vi sia un caso sospetto a bordo, viene attivata l'assistenza sanitaria per una eventuale quarantena" e che "vi è un monitoraggio di tutti i passeggeri" nei giorni successivo all'arrivo in Italia.