Arrivavano dalla regione cinese dello Wuahn, la regione primo focolaio del Coronavirus, la coppia di turisti cinesi che alloggiavano in un albergo di via Cavour in pieno centro a Roma, risultati positivi al virus. Da quanto si è appreso dopo l'annuncio del premier Giuseppe Conte dato in una conferenza stampa a Palazzo Chigi questa sera, i due sono sbarcati all'aeroporto di Milano Malpensa alcuni giorni fa, e prima di arrivare nella capitale potrebbero aver compiuto delle tappe intermedie. Sono tutt'ora in corso le verifiche sul tragitto e gli spostamenti dei due turisti, mentre la comitiva di turisti cinesi con la quale viaggiavano è stata intercettata a bordo di un pullman all'altezza di Cassino e posta in quarantena.

"Non ci siamo fatti trovare impreparati. Il ministro Speranza ha già adottato un'ordinanza che chiude il traffico aereo da e per la Cina. Siamo il primo paese dell'Unione europea che adotta una misura cautelativa di questo genere", ha spiegato Conte. "Voglio rassicurare tutti i cittadini che sono già state predisposte tutte le misure precauzionali per isolare questi due casi e ci sono attente verifiche per ricostruire il percorso dei due cittadini cinesi e isolare i loro passaggi per evitare qualsiasi rischio ulteriore", ha aggiunto. Domani alle 10.00 convocato un Consiglio dei ministri straordinario per discutere dell'emergenza.

Turisti cinesi che viaggiavano con i contagiati posti in quarantena

I due contagiati sono ora ricoverati all'ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma, specializzato in malattie infettive e in prima linea per la prevenzione e il monitoraggio del virus, e ora per tenere sotto controllo ogni possibile nuovo contagio o insorgere della malattia. Al momento nessun altro caso sospetto in Italia è stato confermato: i due cittadini di Hong Kong che viaggiavano sono una nave da crociera ferma da tutto il giorno nel porto di Civitavecchia con 6000 persone a bordo sono risultati essere negativi ai test.