Coronavirus Covid–19.
in foto: Coronavirus Covid–19.

L'aumento costante dei contagi da Coronavirus in tutta Italia potrebbe spingere il premier Giuseppe Conte a intervenire con nuove misure suggerite dal comitato scientifico che lui stesso ha voluto per contrastare il nuovo virus, oltre a quelle già messe in atto nelle cosiddette zone rosse. Le raccomandazioni saranno contenute in un vademecum, una vera e propria guida ai comportamenti, rivolto a tutti gli italiani che potrebbe poi essere seguito da un nuovo Decreto della Presidenza del Consiglio. Il testo in questione potrebbe contenere alcuni provvedimenti, come lo stop alle manifestazioni sportive nei prossimi 30 giorni e l'estensione della zona rossa, che dovrebbero servire a contenere definitivamente l'allargarsi dell'epidemia nel nostro Paese.

La guida dei comportamenti degli italiani

Il Coronavirus è destinato a cambiare la quotidianità degli italiani, non solo quella dei cittadini delle cosiddette zone rosse del Lodigiano e di Vo' Euganeo, nel Padovano, dove si registrano il maggior numero di contagi e decessi in Italia. Ne è prova la guida ai comportamenti a cui sta lavorando un comitato scientifico, messo insieme dal premier Conte, e che verrà resa nota nelle prossime ore. Tra le prime raccomandazioni, quella di mantenere una distanza di sicurezza di almeno a un metro (prima era stato detto due ma questo avrebbe reso impossibile le lezioni a scuola) per mettersi al riparo dalle goccioline con le quali si propaga il Coronavirus. Gli scienziati raccomandano a tutti, soprattutto negli ambienti chiusi, di mantenere la distanza. Inoltre, si raccomanda di evitare baci, abbracci e strette di mano, che possono contribuire in maniera considerevole a far correre il contagio. Ancora, stare lontano dai luoghi affollati, anche nel caso di pub e discoteche, e restare a casa nel caso in cui si abbia anche solo qualche linea di febbre e non sia un caso di Covid-19.

Particolare attenzione è dedicata agli anziani, dato che la maggior parte dei deceduti in Italia a causa del nuovo virus ha più di 60 anni. In questo caso, si consiglia agli over 75 e agli over 65 con patologie di rimanere in casa e di uscire il meno possibile, sia per la vulnerabilità connessa all'età o ad altre patologie sia perchè i dati epidemiologici hanno rilevato che sono la fascia di età più colpita e dunque sono facile cinghia di trasmissione.

Stop a eventi sportivi per 30 giorni

Tra i provvedimenti che potrebbero essere contenuti nel nuovo Dpcm e che rappresentano un'ulteriore stretta rispetto a quelli già in vigore nel corso di questa settimana, c'è anche la possibilità di sospendere, sempre su proposta del comitato scientifico, per un mese ogni tipo di manifestazione, anche sportiva, che non consenta di osservare la distanza di sicurezza richiesta. Dove sono aperti teatri, cinema e musei è stato chiesto di rispettare la regola dell'alternanza dei posti. Il consiglio è comunque quello di evitare anche discoteche, pub e luoghi con molte persone.

La proposta di allargare la zona rossa

Tra le nuove misure che il governo potrebbe adottare contro il Covid-19 c'è anche l'allargamento delle cosiddette zone rosse, quelle più colpite dall'emergenza per numero di contagi e decessi a causa del nuovo virus. Dopo i 10 comuni del Lodigiano e Vo' Euganeo, potrebbero entrare nel novero delle aree più a rischio anche i comuni della cintura di Bergamo. Lo aveva già anticipato il capo della Protezione civile Angelo Borrelli nel corso del quotidiano punto con la stampa in cui aggiorna sulla diffusione del virus in Italia, insieme al presidente dell'Iss Silvio Brusaferro: "Stiamo valutando l'opportunità di estendere la zona rossa sulla base di alcuni criteri epidemiologici, geografici e di fattibilità della misura. Stiamo analizzando con la Lombardia con grande attenzione su nuovi casi per Comuni della cintura bergamasca – ha aggiunto – e stiamo vedendo con i dati d'incidenza e in base ai tassi di riproduzione del virus".