Nella Regione Veneto sono stati accertati sette nuovi casi di Coronavirus nelle ultime 24 ore. E tra questi c’è anche una bambina di un anno, risultata positiva al tampone del Covid-19. Si tratta della figlia di un uomo di origini camerunesi, già risultato positivo al Coronavirus. Il totale dei contagi in Veneto, come riportato dal bollettino regionale, sale a 19.348 dall’inizio della pandemia. Tra gli altri nuovi positivi ci sono poi tre italiani (una donna di 48 anni, un uomo di 39 e una donna di 36 anni), due anziani di origine kosovara di 67 e 75 anni e una donna di 36 anni originaria del Brasile.

Nove morti in Veneto in 24 ore – Attualmente nella Regione si contano 386 casi attivi di Covid-19, mentre i soggetti in isolamento sono 992. Le persone morte per complicazioni del virus sono in totale 2.034, con un incremento di 9 vittime rispetto a ieri, 1.432 negli ospedali. E negli ospedali scende la pressione sui reparti ordinari: sono al momento ricoverati per il Coronavirus 160 pazienti, 8 in meno rispetto a ieri, mentre è stabile la situazione nelle terapie intensive, con 10 ricoverati, 3 positivi.

La nuova ordinanza di Zaia in Veneto – Come prevede la nuova ordinanza regionale del Governatore Luca Zaia in Veneto l'azienda Ulss ha l'obbligo di denuncia e di comunicazione al sindaco, al Prefetto e alla polizia dei soggetti obbligati all'isolamento fiduciario, per eventuali controlli e misure cautelari. In caso di rifiuto del ricovero di soggetti risultati positivi, l'azienda ospedaliera presenta denuncia d'ufficio alle forze di polizia. Se vi è uscita dall'isolamento fiduciario, anche per soggetti negativi al tampone per il Coronavirus, la multa viene confermata a 1.000 euro.