Operai al lavoro al San Raffaele per la costruzione della nuova terapia intensiva
in foto: Operai al lavoro al San Raffaele per la costruzione della nuova terapia intensiva

All'ospedale San Raffaele di Milano sono iniziati i lavori per la costruzione di una nuova terapia intensiva da campo dedicata all'emergenza Coronavirus. Il progetto sarà realizzato grazie alla preziosa collaborazione di tutti coloro che hanno seguito l'iniziativa indetta da Fedez e Chiara Ferragni sul sito "GoFundMe" per la raccolta fondi da destinare al nosocomio.

Il San Raffaele: Grazie a Chiara, a Fedez e a tutti coloro che hanno donato

Con quasi 4 milioni di euro raccolti in pochi giorni, 100.000 dei quali donati dalla coppia, il San Raffaele ha potuto contare sull'apporto di quasi 200mila persone che hanno versato di propria tasca un contributo economico. Il ruolo di Fedez e della Ferragni è stato molto importante, oltre che per il lato economico, per quello della visibilità della campagna. Come comunicato dall'ospedale, i lavori verranno conclusi in tempi record. La nuova terapia intensiva da campo sorgerà all'interno di una tensostruttura. A proposito della generosità delle persone, si è espresso il primario dell'Unità operativa di Anestesia e rianimazione generale e Cardio-Toraco-Vascolare del San Raffaele, il professor Alberto Zangrillo: "Non avremmo mai pensato di avere la possibilità di ampliare così rapidamente l’assistenza ai pazienti più fragili – ha detto Zangrillo -, quelli che hanno come unica opportunità di cura la terapia intensiva. A nome mio e di tutto il personale medico e infermieristico impegnato in questa emergenza – ha continuato – voglio ringraziare non solo Chiara Ferragni e Fedez ma anche ogni singolo donatore. Ci stiamo impegnando con tutte le nostre energie e sapere che tante persone ci supportano ci aiuta a procedere nei nostri sforzi".

La studentessa che ha raccolto 130.000 euro in 72 ore per il Policlinico

Non solo Chiara Ferragni e Fedez hanno donato di propria tasca soldi utili per aiutare gli ospedali milanesi in questa emergenza sanitaria. Anche Giorgio Armani, Banca Intesa e diverse altre realtà popolari hanno voluto contribuire con loro donazioni. Ma non solo. Perché anche dai cittadini normali sono partite iniziative di raccolta fondi per i nosocomi della città. Ne è un esempio Chiara Panunzi, studentessa di Medicina, che sulla stessa piattaforma utilizzata dai Ferragnez (poi anche loro sponsor della raccolta fondi di Chiara) ha avviato un'iniziativa simile per il Policlinico di Milano. In 72 ore sono stati raccolti più di 130mila euro.