248 CONDIVISIONI
5 Maggio 2022
07:00

Col Covid è esplosa la pedopornografia: quali strumenti hanno i genitori per proteggere i figli

In occasione della Giornata nazionale contro la pedofilia e la pedopornografia Save The Children ha pubblicato un vademecum per le famiglie.
A cura di Davide Falcioni
248 CONDIVISIONI

Con il Covid 19 sono aumentati in modo preoccupante gli abusi sui minori, soprattutto quelli compiuti online. A denunciarlo Save The Children, che in occasione della Giornata nazionale contro la pedofilia e la pedopornografia, che ricorre ogni anno il 5 maggio, ha lanciato un "vademecum" per aiutare i genitori a proteggere i loro figli.

Save The Children: "Nel 2021 5.316 sospetti casi di pedopornografia, +47% rispetto al 2020"

Prima si tutto i dati. Secondo l'ONG, che da oltre un secolo promuove e tutela i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, "nel corso del 2021 sono stati 5.316 i casi di pedopornografia trattati dalla Polizia Postale, con un incremento del 47% rispetto all’anno precedente. In crescita anche il numero dei minori approcciati sul web dagli adulti abusanti, pari a 531, in maggioranza con un’età inferiore ai 13 anni. Dati che rappresentano solo la punta dell’iceberg di un fenomeno sommerso che fa fatica ad emergere". La pandemia di Covid 19 ha quindi aggravato un fenomeno già in precedenza estremamente preoccupante. Secondo Save The Children lo scorso anno "i pedofili o groomer (adulti adescatori interessati a minori), che sfruttano la rete e i suoi servizi per cercare di entrare in contatto con i/le minori sono stati 208, pari al 15% del numero complessivo degli indagati per lo scambio di materiale pedopornografico (1.421 adulti)".

Raffaela Milano, Direttrice Programmi Italia-Europa di Save the Children, ha commentato: "L’aumento registrato di casi di adescamento online, coincidente con il periodo in cui bambine, bambini e adolescenti hanno trascorso la maggior parte del loro tempo sul web, è un importante segnale che non possiamo sottovalutare. Deve crescere la rete di prevenzione e di presa in carico delle vittime, rafforzando un sistema di tutela che coinvolga le istituzioni pubbliche, i soggetti privati e il terzo settore. Per diffondere la cultura della prevenzione è fondamentale valorizzare il ruolo educativo dei genitori, che vanno sostenuti nell’accompagnare i figli nell’uso più consapevole, competente e sicuro di Internet e delle tecnologie digitali. In questa direzione va la nostra collaborazione con la Polizia Postale, in attuazione del Protocollo per la realizzazione di iniziative congiunte di promozione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza nell’ambito del comune impegno per prevenire e contrastare ogni forma di violenza e abuso sessuale online in danno di bambini, bambine e adolescenti".

Cosa prevede la guida di Save The Children contro la pedopornografia

Proprio nell'ottica di fornire un concreto sostegno alle famiglie Save The Children ha pubblicato un'apposita guida redatta insieme all’Unità Analisi Crimini Informatici della Polizia Postale (U.A.C.I): il volume è suddiviso in tre sezioni, ciascuna dedicata a genitori di diverse fasce d’età: di bambini e bambine di 0-6 anni; di 6-10 anni; pre -adolescenti di 11-13 anni, ognuna con la descrizione di alcune esperienze specifiche di ogni età, con le sfide educative per gli adulti di riferimento e con consigli generali e specifici rispetto alle problematiche principali. "L’impatto della pandemia da Covid-19 sull’aumento dell’utilizzo delle tecnologie è stato evidente: ne ha ampliato l’uso ed ha abbassato ulteriormente la fascia d’età di chi accede ad ambienti digitali, ma ciò è avvenuto in modo
repentino ed emergenziale, in assenza della preparazione necessaria. Alle opportunità dell’innovazione digitale, si affiancano anche l’esposizione a rischi specifici, condizione che ci richiede molta attenzione e che qui abbiamo deciso di focalizzare su un argomento in particolare. La Guida vuole infatti approfondire il fenomeno dell’adescamento online (anche detto “grooming online”), purtroppo in costante diffusione".

248 CONDIVISIONI
Quali sono le Regioni in cui stanno aumentando di più i casi Covid
Quali sono le Regioni in cui stanno aumentando di più i casi Covid
I quarantenni che vivono ancora con i genitori o che non hanno figli
I quarantenni che vivono ancora con i genitori o che non hanno figli "per paura": un'indagine
Figli rubano tablet a scuola, i genitori portano i ragazzi dai carabinieri:
Figli rubano tablet a scuola, i genitori portano i ragazzi dai carabinieri: "Chiedete scusa"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni