433 CONDIVISIONI
Coronavirus
15 Settembre 2021
17:04

Chiede il green pass a due passeggeri prima del volo: picchiata addetta dell’aeroporto di Trieste

Una lavoratrice dell’aeroporto di Trieste è stata insultata, picchiata, afferrata per il collo e scaraventata a terra, riportando un trauma cranico, per aver chiesto il green pass a due passeggeri che volevano imbarcarsi su un volo per Londra.
A cura di Davide Falcioni
433 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Insultata, picchiata, afferrata per il collo e scaraventata a terra. Tutto ciò per aver fatto il suo lavoro. È quello che ha subito ieri una lavoratrice dell’aeroporto del Friuli Venezia Giulia, a Trieste, "colpevole" di aver chiesto il Green Pass a due passeggeri che intendevano imbarcarsi su un aereo per Londra. La donna ha riportato un trauma cranico a causa della caduta, con prognosi di 8 giorni. A riferire l'episodio è stata la Fit Cisl Fvg; un uomo, alla richiesta di esibire il documento indispensabile per potersi imbarcare, ha reagito scagliandosi contro la dipendente. Immediato l’intervento delle forze dell’ordine. "Per fortuna l’intervento dei colleghi prima e della polizia, dopo, ha evitato il peggio. Questa è solo la punta dell’iceberg di un fenomeno che purtroppo si sta esasperando in tutto il settore dei servizi pubblici.  Episodi del genere – ha commentato il segretario della Fit Cisl Fvg, Antonio Pittelli – rischiano ormai di diventare quotidiani per chi esercita ruoli di controllo sui mezzi: ieri è accaduto in aeroporto, ma abbiamo segnalazioni anche dai treni e temiamo le stesse reazioni anche sugli autobus. Stiamo riscontrando e segnalando continui casi di aggressioni verbali nei confronti dei lavoratori dell’aeroporto, del trasporto pubblico locale e dei treni. E questo avviene sia nei confronti di chi opera a bordo dei mezzi, ma anche, sempre di più, di chi presta il servizio a terra, che semplicemente  con alta professionalità svolge il suo lavoro".

Solidarietà alla lavoratrice dell'aeroporto di Ronchi dei Legionari è stata espressa anche dal presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga. "Si tratta di comportamenti inaccettabili che vanno stroncati sul nascere e stigmatizzati. Il rispetto per chi svolge il proprio lavoro e l'astensione da comportamenti violenti sono priorità tassative. Chi si comporta in maniera contraria non può trovare alcuna indulgenza".

Dallo scorso primo settembre è obbligatorio esibire il Green pass per viaggiare in aereo (ma anche sui treni a lunga percorrenza e sulle navi). Sono esclusi ovviamente i passeggeri che per questioni di età o per eventuali esoneri su base di una certificazione medica non possono disporre della certificazione verde, circostanza che tuttavia non riguarda l'aggressore della lavoratrice friulana.

433 CONDIVISIONI
27114 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni