52 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Omicidio Altavilla Milicia a Palermo

Che cos’è un esorcismo e perché se ne parla per la strage di Altavilla Milicia

I riti di esorcismo sono volti alla liberazione dell’indemoniato, non al loro annientamento: per questo la strage compiuta da Giovanni Barreca non ha nulla a vedere con la fede.
52 CONDIVISIONI

Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Un esorcismo per scacciare il demonio: così è stato definito il rito con cui Giovanni Barreca, forse con i vicini di casa Sabrina Fina e Massimo Carandente, avrebbe ucciso la moglie, Antonella Salamone e due dei loro tre figli, Kevin ed Emanuel. Fina e Carandente sono stati definiti “due fanatici religiosi” che, nel tempo, avrebbero plagiato il loro vicino di casa ad Altavilla Milicia, proponendogli di perpetrare il massacro e aiutandolo in questo suo folle intento.

Conosciutisi all’interno di una chiesa cristiana evangelica, avrebbero deciso di compiere gli omicidi al fine di liberare la casa di Barreca da presenze demoniache, secondo le prime ricostruzioni degli inquirenti. Tuttavia, questi presunti riti di liberazione sono cosa ben diversa dagli esorcismi della tradizione cristiana, che sono rivolti alla salvezza dell’anima e del corpo della persona posseduta e non al loro annientamento. Quindi, non può essere definito “esorcismo” qualsiasi rito che Barreca abbia compiuto sulla moglie e sui figli prima di ammazzarli barbaramente.

Più volte, nei Vangeli si legge che Gesù scaccia demòni che si sono impossessati di persone. I protestanti, e tra essi gli evangelici, ritengono che l’esorcismo sia stato istituito da direttamente da Gesù Cristo e trasmesso a tutti coloro che hanno ricevuto il Signore come loro personale salvatore: dunque qualsiasi fedele può esorcizzare gli indemoniati.

Tuttavia, in Italia esiste una “Associazione degli Esorcisti Evangelici”, con sede a Trani, che segue riti liturgici diversi da quelli della Chiesa cattolica e li affida a un pastore. Questi, dopo aver esaminato, con l’ausilio dei medici l’assenza di patologie psichiatriche a carico della persona assoggettata a una presunta possessione diabolica "si attiva nella lotta contro il maligno utilizzando l’autorità ricevuta da Gesù Cristo e in Suo nome scaccia i demoni e il loro potere malefico ordinando agli spiriti malvagi di allontanarsi permanentemente". Questo avviene alla presenza di membri anziani della comunità che innalzano preghiere a Dio mentre si compie il rito.

Nella Chiesa cattolica, invece, l’esorcismo può essere compiuto esclusivamente da un vescovo o da un sacerdote dal lui delegato. Basti pensare che nella cultura di massa, infatti, l’esorcismo è quasi sempre compiuto da un prete vestito di paramenti sacri e fornito di acqua santa, che recita formule per scacciare i diavoli dal corpo martoriato di una loro vittima. Tutti ricordano il film "L’esorcista" di William Friedkin il cui protagonista è un sacerdote cattolico, mentre, di recente, addirittura Russel Crowe ha vestito i panni de “L’esorcista del Papa” interpretando uno dei più famosi esorcisti della storia, il cattolico padre Gabriele Amorth.

52 CONDIVISIONI
82 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views