“Per visitare l’Italia niente di meglio della Calabria dove ci sono pochi turisti per colpa di una lunga storia di mafie e terremoti”, è la maniera decisamente originale con cui la compagnia aerea EasyJet ha deciso di promuove i suoi voli low cost dal nord Italia verso lo scalo aeroportuale di Lamezia Terme, in Provincia di Catanzaro. Lo strano invito a visitare la regione è apparso sulle pagine del sito ufficiale del gruppo low cost britannico con sede a Londra ma con rotte in tutta Europa. La scheda informativa è in bella mostra nella sezione “Ispirami”: cliccando sulla destinazione Lamezia Terme si apre la pagina con il possibile volo ma soprattutto la descrizione della regione.

“Per un assaggio autentico della vivace vita italiana, niente di meglio della Calabria. Questa regione soffre di un’evidente assenza di turisti a causa della sua storia di attività mafiosa e di terremoti – e la mancanza di città iconiche come Roma o Venezia capaci di attrarre i fan di Instagram” si legge nella breve scheda descrittiva che punta proprio sulla mancanza di affollamento di turisti in Calabria per spingere i potenziali viaggiatori a prenotare un volo.

“Se cerchi un piccolo assaggio della dolce vita, senza troppi turisti, allora sei nel posto giusto” recita infatti lo slogan. Da Lamezia terme “Raggiungi le città costiere della costa tirrenica per spiagge sensazionali e mai affollate. Arrampicati fino alla città di montagna di Morano Calabro per panorami mozzafiato e case bizzarre costruite su cime, che dovrai vedere per credere” è scritto ancora nella scheda che conclude: “Potrai essere tra i pochi turisti a conoscere e apprezzare veramente i tre spettacolari parchi nazionali di questa regione”.

Dopo le polemiche EasyJet cancella tutto

Dopo le polemiche EasyJet ha subito fatto un passo indietro e modificando completamente il messaggio che ora punta sulla città di Lamezia mentre è sparito ogni riferimento alla Calabria e sopratutto alla mancanza di turisti per mafia e terremoti. Ora si parla di "attraenti insenature, candide spiagge incontaminate, meravigliosi paesaggi montani e alpini" ama anche di "templi greci, romani e normanni". Intanto però l'assessore al Turismo della Regione Calabria, Fausto Orsomarso, averte che si sta valutando il caso per una eventuale denuncia. "Le scuse erano il minimo ma con questo non si eviteranno una richiesta di risarcimento esemplare. Siamo stufi di chi tratta con superficialità la Calabria e aggiungo anche stufi di alcuni, tra i primi a gridare allo scandalo, che si autoflagellano ogni giorno dal nostro interno raccontandoci così" ha dichiarato.

"Ci scusiamo con tutti i calabresi, indagine interna"

"EasyJet si scusa apertamente con tutti i calabresi e la Regione Calabria per la descrizione contenuta nella scheda informativa all'interno del sito. L'intento originale del testo era sottolineare quanto la Calabria sia sottovalutata all'estero da un punto di vista turistico" ha dichiarato la compagnia in una nota che prosegue: "La Calabria è una terra per noi molto importante, che amiamo e che promuoviamo da sempre con numerosi voli su Lamezia Terme. Ne è una dimostrazione anche il fatto che il primo volo del 15 giugno, che coincide con il ripristino delle operazioni post lockdown, è stato quello verso l'aeroporto di Lamezia Terme". "Abbiamo provveduto immediatamente a rimuovere il testo in questione e avviato un'indagine interna per capire l'accaduto e fare in modo che non accada mai più" concludono dalla compagnia.

Governatrice Santelli: "Parole offensive e razziste"

"La pseudo operazione di marketing sulla Calabria realizzata da EasyJet è offensiva, miope e ha un chiaro sapore razzista. Si potevano usare tante parole per descrivere la meraviglia e la straordinarietà di una regione unica al mondo, ma la compagnia inglese ha scelto le più becere e le più consunte, realizzando una pubblicità ingannevole che non è altro che una sommatoria di inqualificabili pregiudizi. Per questo ho immediatamente scritto una lettera di protesta alla compagnia" lo ha dichiarato la governatrice del Calabria Jole Santelli. "Prendiamo comunque atto delle scuse pubbliche di EasyJet, che ha già provveduto a modificare il testo originariamente apparso nella sezione “Ispirami” del suo sito. A pensarci bene, il modo migliore per rimediare a una gaffe senza precedenti sarebbe quello di incrementare in modo considerevole i voli per la Calabria, in modo da permettere alle migliaia e migliaia di passeggeri di EasyJet di scoprire le infinite meraviglie della nostra terra. Non abbiamo Roma e non abbiamo Venezia, certo, ma non ci lamentiamo affatto. La Calabria è una meraviglia che merita solo di essere ammirata" ha concluso Santelli.