17 Agosto 2017
07:29

Cagliari, con il gommone contro gli scogli: morti due ragazzi, gravi le fidanzate

Le vittime sono Nicola Sanna e Giovanni Putzu: l’incidente si è verificato ieri intorno alla mezzanotte.
A cura di D. F.

Dramma nella notte a Cagliari, dove un gommone con quattro ragazzi a bordo si è schiantato sugli scogli frangiflutti del porticciolo del quartiere Sant’Elia. Il bilancio è molto pesante: Nicola Sanna, un finanziere di 29 anni, e Giovanni Putzu, un suo coetaneo, entrambi del capoluogo sardo, sono morti mentre due ragazze poco meno che 30enni, sono state trasportate in ospedale in condizioni gravi ma non in pericolo di vita. I loro nomi sono Maria Bonfardeci, palermitana, fidanzata di Sanna, e Claudia Mallica, cagliaritana, fidanzata di Putzu.

La dinamica dell’incidente non è ancora stata definita con certezza e sul posto ha operato per tutta la notte la Capitaneria di porto. La tragedia è avvenuta pochi minuti prima di mezzanotte. Il gommone che trasportava i quattro giovani ha urtato a velocità sostenuta gli scogli e i ragazzi a bordo sono finiti in acqua. L’urto sarebbe stato udito chiaramente da alcune persone che si trovavano nella zona. A Sant’Elia sono arrivate le ambulanze del 118, i carabinieri, i vigili del fuoco, mezzi e uomini della Guardia costiera. Le due donne ferite sono state immediatamente trasportate in ospedale, sono gravi ma la loro vita non sarebbero in pericolo. Il corpo di uno dei giovani è stato recuperato subito, mentre il secondo poco dopo in mare.

Kosovo, spari contro autobus pieno di studenti: morti due ragazzi e l'autista
Kosovo, spari contro autobus pieno di studenti: morti due ragazzi e l'autista
Ragazzo scappa e lascia da sola la fidanzata durante una rapina nel bar
Ragazzo scappa e lascia da sola la fidanzata durante una rapina nel bar
475 di Viral News
Incidente Argenta, scontro tra due auto: morte due ragazze di 20 e 21 anni
Incidente Argenta, scontro tra due auto: morte due ragazze di 20 e 21 anni
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni