Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Sono disperate le condizioni di un bambino di due anni, caduto nella piscina di casa e rimasto a lungo sott’acqua. È successo nel tardo pomeriggio di oggi a Calendasco, in provincia di Piacenza, nella frazione di Incrociata. L’allarme è scattato intorno alle 19 e sul posto sono rapidamente intervenuti i sanitari con l’ambulanza della Croce Rossa di San Nicolò e l’automedica del 118. Allertato anche l’elisoccorso, atterrato nelle vicinanze. Le condizioni del piccolo sono subito apparse particolarmente gravi: dopo il primo intervento dei soccorritori, il bimbo è stato poi trasferito in volo all’ospedale di Bergamo.

Resta da ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente: sembra che il bambino sia caduto all’interno della piscina, un modello fuoriterra posizionato in giardino e alto circa un metro e mezzo, rimanendo a lungo immerso nell'acqua. Il piccolo stava giocando con alcuni coetanei e probabilmente gli adulti che li stavano vigilando si sono distratti. Sul posto anche i carabinieri (presenti il comandante della stazione di San Nicolò, luogotenente Vincenzo Russo, e il comandante della compagnia di Piacenza, Maggiore Stefano Bezzeccheri), per eseguire tutti gli accertamenti del caso.