L'isola di Capraia, piccolo gioiello italiano appartenente alla provincia di Livorno e assai vicino alla più grande isola francese della Corsica, sembra essere diventata l'ambientazione di un vero e proprio giallo. Negli ultimi tempi infatti i sonni tranquilli dei 200 abitanti dell'isoletta toscana sono turbato da quella che sembra essere una banda di ladri: uno dopo l'altro, i furti messi a segno a Capraia, non fanno che aumentare, così come il bottino che i malviventi stanno accumulando. Sì perché sia l'amministrazione comunale che le forze dell'ordine sono convinti che a mettere a segno i colpi sia qualcuno che risiede proprio sull'isola, un Lupin piuttosto scaltro che finora è riuscito sempre a sfuggire alla cattura.

Derubato anche il vicesindaco di Capraia

L'ultimo furto, in ordine di tempo, risale alla settimana scorsa. È nella notte tra mercoledì e giovedì infatti che i ladri hanno colpito una tabaccheria dell'isola, "Il Cantuccio", che è anche un bar ed è piuttosto conosciuto: i malviventi, che hanno evidentemente studiato il piano con attenzione, dopo aver disattivato le telecamere di videosorveglianza si sono introdotti nel locale e hanno svuotato la cassaforte portando via 60mila euro. Il proprietario della tabaccheria non è l'unico ad avere molti contanti da parte: dopo la chiusura dell'unica banca dell'isola avvenuta lo scorso anno gli abitanti di Capraia sono stati costretti a tenere in casa qualche contante di troppo. E  i ladri hanno così deciso di mettersi all'opera. Tra le vittime della banda di Lupin c'è anche l'imprenditore e vicesindaco Fabio Mazzei, a cui i ladri, lo scorso novembre, hanno portato via la cassaforte che nascondeva in un mobile di casa, con all'interno soldi e gioielli.

I tre carabinieri dell'isola stanno portando avanti le indagini

Secondo i tre carabinieri che operano sull'isola ci sarebbero già dei sospettati ma gli strumenti per portare avanti le indagini sono pochi e così i tempi si allungano e il giallo dell'isola di Capraia sembra non avere una soluzione. Intanto c'è chi come la sindaca Marida Bessi, che è anche presidente della Provincia di Livorno, si preoccupa del clima che inizia a respirarsi sull'isola, da sempre meta amata da numerosi turisti in estate: "Sa cosa più mi dispiace? È il rischio che s’intacchi quel senso di comunità che abbiamo da sempre – spiega – ecco perché i furti in inverno, quando ci siamo solo noi, sono una mazzata".