2.970 CONDIVISIONI
Covid 19
31 Gennaio 2022
11:06

Burioni spiega perché è importante che le donne in gravidanza si vaccinino contro il Covid

Roberto Burioni nella sua consueta lezione della domenica sera a Che tempo che fa su Rai 3 ha spiegato perché è importante vaccinare le donne incinte contro il Covid: “Corrono rischi non indifferenti, inoltre se si vaccinano proteggono anche il feto e il neonato quando viene al mondo”.
A cura di Ida Artiaco
2.970 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

"Parliamo della vaccinazione le donne che aspettano un bambino. Lo facciamo per due motivi. Il primo è che queste donne, nonostante siano giovani e in buona salute, corrono rischi particolarmente elevati se contraggono il Covid. Il secondo è che la copertura vaccinale delle donne gravide è incredibilmente bassa. E questo non va bene". Comincia così la lezione tenuta ieri nel corso della trasmissione Che tempo che fa su Rai 3 dal professor Roberto Burioni, virologo del San Raffaele di Milano, dedicata alla vaccinazione contro il Covid delle donne in gravidanza.

"Vaccinando una donna incinta – ha spiegato l'esperto – la proteggiamo dalla malattia e se sta bene la mamma sta bene anche il feto. Inoltre, noi in questo modo proteggiamo anche i neonati, cioè i bambini una volta che sono usciti nel mondo. Questo perché durante la gravidanza la mamma trasmette al feto i suoi anticorpi: la placenta prende gli anticorpi dal sangue della madre e li mette in quello del feto. Questo è importantissimo, perché una volta che il bambino nasce e si trova da solo di fronte a un mondo ostile pieno di virus e batteri e con un sistema immunitario ancora immaturo avrà anticorpi che gli ha passato la mamma e che lo aiuteranno in questi primi difficilissimi mesi".

Burioni fa anche degli esempi pratici a sostegno della sua tesi. "Una mamma è stata vaccinata a tempo debito contro il morbillo, li trasferisce al feto e quando nasce quel bambino avrà anticorpi del morbillo e sarà protetto per i i primi mesi. Ma se la mamma non è vaccinata, il figlio nasce senza protezione e può contrarre la malattia anche nelle prime settimane di vita. Noi vacciniamo le donne gravide anche contro la pertosse, batterio contagiosissimo, che può essere mortale nei primi mesi di vita. La stessa cosa vale per il Covid". Ecco perché secondo il virologo vaccinare le donne gravide contro il Coronavirus è di fondamentale importanza.

"Prendiamo in considerazione rischi e benefici – ha concluso Burioni -. Purtroppo i rischi del Covid in gravidanza sono non indifferenti. Prendere il Covid quando si è incinte è un problema grave anche per le donne giovani. Negli Usa sono state osservate 167mila donne che hanno contratto il Covid durante la gravidanza, ci sono stati 28mila ricoveri e 267 morti. Ovviamente questa malattia non fa bene neanche al feto, che rischia di nascere prematuramente e anche di avere danni anche gravi. E il rischio che deriva dal vaccino? All'inizio dicevamo di non vaccinare le donne incinte perché con i primi studi non c'erano dati a sufficienza, invece pochi giorni fa è uscito studio molto rassicurante che prende in considerazione un buon numero di donne, 46mila vaccinate, che ha dato risultati più che soddisfacenti sulla sicurezza del vaccino. Da una parte c'è una malattia grave e dall'altra un vaccino che protegge feto e bambino quando nasce".

2.970 CONDIVISIONI
32165 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni