2.752 CONDIVISIONI
Coronavirus
17 Luglio 2021
12:10

Bimbi ricoverati per Covid a Palermo, condizioni stabili ma gravi: neonato in rianimazione

Restano gravi ma stabili le condizioni dei due bambini, uno di due mesi e un altro di 9 anni, intubati per Covid all’ospedale Di Cristina di Palermo. Entrambi affetti da patologie pregresse, il neonato in particolare è stato trasferito in rianimazione all’ospedale Cervello, mentre si attendono i risultati delle analisi per verificare se si tratti di variante Delta. Il contagio sarebbe avvenuto in ambito familiare.
A cura di Ida Artiaco
2.752 CONDIVISIONI
immagine di repertorio
immagine di repertorio
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Restano stabili ma gravi le condizioni di salute dei due bambini, uno di due mesi e un altro di 9 anni, che erano stati ricoverati per Covid all'ospedale Di Cristina di Palermo. Entrambi affetti da patologie pregresse, sono stati intubati. Il neonato, in particolare, partorito da una mamma positiva, è stato trasferito in rianimazione all’ospedale Cervello, come riporta Il giornale di Sicilia. È pressoché certo che il contagio sia avvenuto in ambito familiare e si stanno attendendo i risultati per verificare se si tratti della variante Delta che in Sicilia ha già provocato la prima vittima: di ieri la notizia relativa a un sessantenne di Marsala, con patologie pregresse e che aveva fatto solo la prima dose di vaccino.

"I bimbi si ammalano, necessario che i familiari si vaccinino"

"Purtroppo – ha spiegato ieri la dottoressa Marilù Furnari, responsabile della direzione medica dell'ospedale pediatrico – ci stiamo occupando di due casi gravi. Anche i bambini si ammalano. È quindi necessario, se i piccoli sono al di sotto dei dodici anni, che i familiari si vaccinino. Ribadisco che solo con la vaccinazione di massa – afferma la specialista – possiamo impedire il dilagare della variante Delta e delle varianti in genere e ottenere l'immunità di gregge. E oltre agli anziani ai devono vaccinare i ragazzi per poter andare a scuola in sicurezza". In Sicilia, infatti, come nel resto d'Italia, si sta assistendo ad un nuovo aumento di contagi.

La situazione Covid in Sicilia

Ma l'Isola in particolare sta raggiungendo cifre importanti: ieri le nuove infezioni sono state 386, con un indice di positività del 4 per cento. Un aumento dei contagi del 78% negli ultimi sette giorni che adesso fa paura, anche perché torna il rischio di passare dalla zona bianca a quella gialla lunedì 26 luglio, il che rappresenterebbe un duro colpa alla stagione turistica che sta per entrare nel vivo.  E dal 18 luglio entra in vigore la zona rossa per Gela, quarto comune a livello regionale, insieme a Mazzarino, Riesi e Piazza Armerina. Sul fronte ospedaliero c'è la risalita dei ricoverati che sono adesso 167, sei in più rispetto a ieri, di cui 23 in terapia intensiva.

2.752 CONDIVISIONI
27018 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni