323 CONDIVISIONI
Covid 19
13 Aprile 2022
20:09

A scuola si dovrà continuare a indossare la mascherina fino a giugno

Mascherina per tutti fino alla fine dell’anno: il governo vuole estendere l’utilizzo dei dispositivi per la protezione personale a scuola oltre il “liberi tutti” del 1° maggio.
A cura di Giacomo Andreoli
323 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Dal 1° maggio non sarà più obbligatorio utilizzare le mascherine. O quasi, perché il governo ha intenzione di prorogare l'obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione a scuola. Studenti (dai sei anni in su), personale Ata e docenti dovranno indossare mascherine chirurgiche e Ffp2 fino alla fine dell'anno scolastico e quindi fino a giugno.

In un'ultima riunione tra i rappresentanti del ministero della Salute e quello dell’Istruzione, la linea di prudenza auspicata dal ministro Speranza sarebbe stata confermata. Rimarrà in ogni caso la possibilità di togliere la mascherina per tutti i soggetti con patologie o disabilità. I dispositivi non dovranno essere utilizzati anche durante le attività sportive. Non cambierà poi la regola dell'utilizzo della mascherina Ffp2 per dieci giorni dal contatto con una persona contagiata, se ci sono almeno quattro positivi in una classe tra alunni e insegnanti.

Secondo l'esecutivo, infatti, la situazione epidemiologica vede ancora un numero di contagi consistenti e procedere con l'eliminazione delle mascherine a scuola potrebbe pregiudicare la fine dell'anno scolastico. Questo in un anno in cui si tornati con difficoltà alle lezioni in presenza, che il ministro Speranza e il ministro Bianchi vogliono tutelare ad ogni costo, senza più tornare a restrizioni e didattica a distanza.

Nel frattempo, però, nel resto d'Europa le mascherine sono già state superate anche a scuola. Al momento ne prevedono l'utilizzo solo Grecia e Portogallo. Tante, invece, sono le nazioni che hanno detto addio ai dispositivi di protezione in classe, tra cui Francia, Belgio, Regno Unito e Olanda. L'orientamento dell'esecutivo Draghi sulle regole Covid, quindi, ancora una volta non è in linea con gli altri Paesi del Vecchio Continente, dove da mesi le regole sono state allentate in maniera significativa. Ci sono esempi come la Spagna in cui il Covid viene oramai considerato alla stregua di una influenza. Un approccio che in Italia è ancora lontano.

323 CONDIVISIONI
31874 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni