Una bambina di 18 mesi è risultata positiva al Coronavirus. È successo in un paese a pochi passi da Bari, Santeramo in Colle, dove la piccola vive insieme alla famiglia che già era in quarantena dopo che un altro familiare era stato contagiato. A rendere nota la notizia è stato il sindaco del paese pugliese Fabrizio Baldassarre con un post pubblicato sulla propria pagina Facebook: "Anche tre componenti della famiglia del primo contagiato di questa fase a Santeramo sono risultati positivi al tampone. Tra loro c'è anche una bimba di 18 mesi. Sono da giorni in isolamento domiciliare obbligatorio e non ci sono, fortunatamente, complicanze". Il primo cittadino ha colto l'occasione per ricordare ancora una volta "di non abbassare la guardia rispetto alle regole da seguire: mascherina, distanziamento e igiene delle mani".

Intanto, salgono ancora i casi di contagio in tutta la Regione. Solo nella giornata di ieri, mercoledì 26 agosto, sono stati registrati 51 nuovi positivi, che portano il totale a quota 5.173 dall'inizio dell'emergenza sanitaria. "La situazione in Puglia al momento è sotto controllo – ha detto ieri il governatore Michele Emiliano commentando sui social il bollettino giornaliero con i dati aggiornati dell'epidemia -. Le indagini epidemiologiche ci dicono che la crescita dei contagi è dovuta per la maggior parte a pugliesi rientrati dalle vacanze positivi al Covid, in particolare da Grecia, Malta, Spagna, Croazia. E poi dai contatti stretti (cioè un caso Covid che ne contagia altri). Il nostro lavoro non si è fermato un attimo, nemmeno a ferragosto. I dipartimenti di prevenzione delle nostre Asl agiscono come una intelligence per trovare i casi positivi e ricostruire la catena dei contatti. Perché solo così possiamo contenere il propagarsi del virus. Al momento non si registrano in Puglia casi legati alle discoteche. Mentre abbiamo notato che alcuni focolai si creano negli ambienti che sembrano più sicuri, come può essere una festa o una cena di famiglia. Quindi mai abbassare la guardia perché le condotte personali rimangono determinanti. Tre sono le regole, semplici quanto essenziali: uso corretto della mascherina, distanziamento, lavarsi spesso le mani".