Jorge Cruceno, 30, anni insegnante alla scuola femminile Santa Marta, in Argentina, è stato aggredito dal padre di una studentessa perché accusato di aver ripetutamente molestato la ragazzina 15 enne. L'uomo è finito in ospedale dopo essere stato massacrato a pugni in faccia, ventidue, per la precisione, sferrati nell'arco di pochissimi secondi. Si è trattato di una aggressione avvenuta in un impeto d'ira e interrotta prima che potesse degenerare.  L'uomo aveva trovato messaggi inopportuni ed espliciti sul cellulare della figlia.

L'aggressione è avvenuta tra le mura, dove il papà della ragazza era andato per un incontro genitori -insegnanti. Quando ha incrociato l'insegnante che sua figlia aveva denunciato per abusi sessuali, l'uomo gli si è avventato contro con furia. Il pestaggio è stato ripreso dalla telecamera di sorveglianza, mentre la ragazzina tentava di fermare suo padre. Dopo essersi riavuto, Cruceno, si è fatto curare in ospedale le ferite al volto e all'avambraccio e contestualmente, ha sporto denuncia contro il padre della studentessa. In entrambi i casi – abusi sessuali e aggressione – sono incorso indagini della polizia.